Bonn, 8 maggio 2018 - Si è svolta la terza riunione del Comitato Congiunto istituito nell’ambito del Protocollo d’Intesa tra il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare italiano e il Ministero dell’Ambiente della Repubblica del Ruanda.

Il Comitato Congiunto ha approvato un concept note che mira alla bonifica e riabilitazione di alcune aree umide urbane/periurbane della città di Kigali. La proposta progettuale prevede tre componenti:

  1.   sviluppo della capacità tecnica e istituzionale nella pianificazione e gestione delle zone umide urbane e nella gestione sostenibile dei rifiuti urbani nella città di Kigali e nella gestione delle Valutazioni dell'Impatto Ambientale (VIA);
  2.   riabilitazione degli ecosistemi attraverso il recupero delle zone umide urbane che contribuirà alla mitigazione dei cambiamenti climatici e alla promozione del sequestro del carbonio;
  3.   project management.

Il progetto vedrà il coinvolgimento del Centro per l’Africa per lo sviluppo sostenibile promosso dal Ministero dell’ambiente italiano durante il G7.

Durante l’incontro sono state presentate le iniziative con la Banca Mondiale e nell’ambito del Fondo per l'Energia Sostenibile per l'Africa (SEFA) con la Banca Africana di Sviluppo. Il Ruanda ha dimostrato grande interesse e ha deciso di lavorare ad iniziative congiunte.