Due le visite ad impianti del riminese organizzate oggi dal Ministero dell’Ambiente, ai margini della Fiera di Ecomondo.

La prima agli impianti di Soltigua, piccola azienda all’avanguardia sul fotovoltaico, dove le delegazioni di imprese provenienti da Iran, Libano e Marocco hanno potuto esaminare gli impianti di tecnologia solare a concentrazione parabolica abbinata agli impianti di condizionamento dell’aria; la tecnologia solare a concentrazione Fresnel per la produzione di vapore per processi industriali; gli inseguitori fotovoltaici, fino a 90 metri, che, orientando le installazioni favorevolmente rispetto ai raggi del sole, aumentano la potenza dell’energia solare raccolta.

Nel pomeriggio di oggi, la delegazione cinese ha visitato l’impianto di termovalorizzazione dei rifiuti di Coriano. Realizzato nel 2010, secondo le più moderne tecnologie, l’impianto consente di ottenere energia dai rifiuti attraverso un sistema di cogenerazione che utilizza il vapore derivato dalla combustione e lo trasforma in energia termica. La delegazione cinese ha mostrato particolare interesse non solo per le componenti tecniche dell’impianto, relative alla gestione ambientale e al controllo dell’inquinamento, ma anche per la normativa che regola l’accesso alle informazioni, la partecipazione del pubblico e i processi di valutazione di impatto ambientale. Il rapido processo di urbanizzazione in Cina ha reso, infatti, la questione dello smaltimento dei rifiuti uno dei problemi prioritari per l’amministrazione e il miglioramento della capacità di trattamento dei rifiuti urbani è tra gli obiettivi del Piano quinquennale cinese per lo sviluppo economico e sociale (2016-2020).