WP1 - Uso efficiente e sostenibile delle risorse ed economia circolare

Attraverso le attività del WP1, il MATTM si propone come facilitatore per la creazione di condizioni adeguate per la pianificazione ed attuazione delle politiche integrate per l’economia circolare, grazie anche alla veicolazione di modellizzazioni omogenee. In tal senso sono previste attività di formazione finalizzate a sviluppare e rafforzare le conoscenze degli operatori pubblici sull’economia circolare e sui flussi di materia, anche attraverso la realizzazione di focus specifici in un’ottica centrata sulla programmazione e gestione integrata di ambiti di policy differenti.

In tema di flussi di materia saranno, inoltre, sviluppate attività di analisi statistica e azioni mirate di rafforzamento della capacità amministrativa che, partendo dal Regolamento (UE) n. 691/2011 e sulla base di quanto realizzato dall’Istat con riferimento sia ai conti nazionali che regionali, consentano la messa a sistema di dati già raccolti a livello regionale; ciò anche ai fini di supportare un percorso di armonizzazione tra le esperienze di analisi dei flussi di materia già compiute dai territori.

 

Eventi


Economia circolare,oltre la gestione dei rifiuti

Il Seminario del 12 ottobre “ECONOMIA CIRCOLARE, OLTRE LA GESTIONE DEI RIFIUTI” intende fornire una panoramica degli strumenti di policy utilizzabili per costruire dei modelli di economia circolare regionale e della loro applicazione, anche attraverso la presentazione di alcune esperienze regionali virtuose già presenti in Italia.

Il Seminario, rivolto alle amministrazioni locali, fornirà le conoscenze necessarie per poter arrivare ad una pianificazione regionale integrata, improntata a un uso più efficiente e sostenibile delle risorse e all’economia circolare a livello territoriale.

I lavori sono strutturati in tre sessioni:

1) finalità e obiettivi strategici della linea progettuale dedicata all’uso efficiente e sostenibile delle risorse e l’economia circolare

2) strumenti utili per favorire l’economia circolare

3) esperienze virtuose di attuazione di modelli di economia circolare a livello territoriale

L'iniziativa si colloca nell’ambito del progetto CReIAMO PA, Linea di Intervento 3 “Modelli e strumenti per la transizione verso un’economia circolare”, WP 1 “Uso efficiente e sostenibile delle risorse ed economia circolare”.

Attraverso le attività del WP1, il MATTM si propone come facilitatore per la creazione di condizioni adeguate per la pianificazione e attuazione delle politiche integrate per l’economia circolare. In tal senso sono previste attività di formazione finalizzate a sviluppare e rafforzare le conoscenze degli operatori pubblici sull’economia circolare e sui flussi di materia, anche attraverso la realizzazione di focus specifici in un’ottica centrata sulla programmazione e gestione integrata di ambiti di policy differenti.

L’obiettivo specifico delle attività dedicate alle politiche integrate per l’economia circolare  è il miglioramento della capacità delle Regioni di programmare e gestire i processi di transizione dei sistemi produttivi e territoriali locali verso l’economia circolare attraverso la definizione di strumenti di policy che riguardino, oltre alla modellizzazione dei flussi di materia (che verrà approfondita tramite specifiche attività di formazione) e alla gestione  dei rifiuti (a cui è dedicata una linea di intervento parallela), la realizzazione di aree produttive ecologicamente attrezzate per favorire la simbiosi industriale  e l’eco-progettazione, nonché l’individuazione degli strumenti economici più idonei a favorire la transizione.

Dove: Sala Auditorium del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare Via Capitan Bavastro 178 - 00184 Roma

Venerdi’ 12 ottobre 2018 dalle 09:30 alle 16:00

Agenda provvisoria

Info e iscrizioni: eventi-creiamopa@sogesid.it

 

Archivio Eventi

 

Notizie


Economia Circolare, oltre la gestione dei rifiuti - Roma, 12 ottobre 2018

Nell’ambito del Progetto CReIAMO PA -L3/WP1, si è svolto il seminario del 12 ottobre 2018 dal titolo “ECONOMIA CIRCOLARE, OLTRE LA GESTIONE DEI RIFIUTI - Strumenti ed esperienze per una pianificazione integrata nell’economia circolare”.

L’evento ha fornito una panoramica degli strumenti di policy utilizzabili per costruire dei modelli di economia circolare regionale e della loro applicazione, anche attraverso la presentazione di alcune esperienze regionali virtuose già presenti in Italia.

La prima sessione del seminario ha inquadrato il progetto nel contesto politico strategico e programmatico internazionale, europeo e nazionale, presentando una overview dei principali strumenti per la transizione delle Regioni verso un'economia circolare. Successivamente, in un’ottica di ciclo di vita, sono stati approfonditi alcuni degli strumenti più significativi per favorire la circolarità dei sistemi territoriali, riferiti in particolare a:

  • adozione di approcci Life Cycle Thinking per una progettazione ecocompatibile dei prodotti;
  • implementazione della simbiosi industriale tramite la creazione di reti tra i diversi stakeholder pubblici e privati;
  • attuazione del Circular procurement per la chiusura dei cicli dal lato della domanda delle pubbliche amministrazioni;
  • realizzazione di una gestione integrata dei rifiuti e relativi aspetti normativi;
  • strumenti e incentivi economici e finanziari per i policy–maker;
  • strumenti di valutazione utili a promuovere produzioni e consumi sostenibili.

Durante la sessione pomeridiana sono stati presentati dalle Regioni esempi di best practice, in particolare: la partecipazione a progetti europei, e le leggi, reti e piattaforme sull’economia circolare.

I progetti europei hanno evidenziato una partecipazione delle Regioni a tematiche che riguardano: (i) il miglioramento della governance territoriale per l’economia circolare tramite lo scambio di buone pratiche a livello comunitario; (ii) la simbiosi industriale e la strategia regionale di specializzazione intelligente. Hanno completato il quadro, le esperienze legislative e giuridiche e le iniziative che supportano il partenariato tra imprese e amministrazioni regionali.

Il seminario in generale ha evidenziato come le Regioni e le città possano svolgere un ruolo fondamentale nell'avviare e accelerare la transizione verso un'economia circolare a livello territoriale del sistema-Italia attraverso una governance volta a recepirne i principi strategici.

In tale direzione è emersa l’opportunità di sostenere e coinvolgere attivamente i portatori di interesse regionali e locali attraverso tavoli di lavoro sull’economia circolare, da integrare in maniera sinergica con quelli che le Regioni stanno attivando sugli obiettivi di sostenibilità previsti dall’Agenda 2030. Nel corso del seminario è emersa la necessità di una maggiore integrazione e collaborazione tra i diversi dipartimenti regionali, in particolare le direzioni relative ai temi “ambiente” e “sviluppo economico”, per un più efficace funzionamento del comparto amministrativo regionale nella direzione dell’economia circolare.

Come follow up dei lavori della giornata, è stata proposta l’organizzazione, in collaborazione con il Progetto CReIAMO PA -L3/WP3, di un laboratorio sulla valorizzazione delle materie prime secondarie attraverso filiere e reti di simbiosi industriale e appositi mercati creati in ambito regionale.

Presentazioni

Archivio Notizie