Tu sei qui

Ambiente, Costa: “Comuni fondamentali per la difesa del territorio e sviluppo sostenibile”

Il ministro all’assemblea annuale Anci ricorda importanza collaborazione tra i vari livelli istituzionali per vincere sfide su economia circolare, verde pubblico e agricoltura sostenibile e bonifiche dei siti inquinati  

Roma, 18 novembre 2020 – “L’azione dei Comuni per la difesa del nostro territorio e per il suo sviluppo è fondamentale”.  Lo ha affermato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa partecipando in diretta facebook alla seconda giornata di lavori della XXXVII assemblea annuale Anci in #digitalexperience, nel corso del panel incentrato sul tema ‘Territori sostenibili per il rilancio del Paese’.

“Per questo l’azione del Ministero dell’ambiente e di tutto il Governo – ha continuato il ministro Costa - è orientata alla massima collaborazione e nell’offrire tutto il sostegno necessario a cominciare dal pacchetto economia circolare approvato ad agosto in sede parlamentare che  è estremamente significativo perché pone l’Italia a livello europeo in una posizione di standing elevatissimo sull’economia circolare e significa immaginare proprio un addendum all’accordo Anci-Conai anche per dare maggiore concretezza a questa norma per consolidare ulteriormente la nostra leadership in Europa”.

“Inoltre ormai si sta ricostruendo tutto il tema della politica agricola comunitaria –ha continuato Costa -  dove si parla di ambiente e agricoltura e la strategia sulla biodiversità che ha visto l’Italia prima firmataria a livello europeo e la farm to fork per esempio su agricoltura bio spinta e riduzione dei pesticidi significa consentire di avvicinare quel mondo delle città con il mondo del territorio agricolo secondo binari completamente diversi così come negli spazi verdi, corridoi verdi, uso di bici e investimenti nelle città green, sono tutti temi che il Governo sta portando avanti adesso, costruendo insieme  all’Anci” .

“Quando parliamo ad esempio dei 30 milioni di euro che recentemente ho firmato per la cosiddetta forestazione urbana sono tutti fondi che si mettono in  campo nelle città. Nelle ultime settimane -  ha concluso il ministro dell’Ambiente - ho firmato tutte le risorse economiche da dare per rimarginamenti del sito di interesse nazionale di Marghera, 172 milioni di euro perché veda la fine il percorso di bonifica di quel territorio. Nel 2020 sono riuscito a firmare oltre 1 miliardo di euro per le bonifiche di vari siti, perché stiamo lavorando insieme ai sindaci".

 

 

 

Argomenti 
Bonifiche
Suolo
Sviluppo sostenibile
Biodiversità
Clima
Aree 
Territorio
Natura
Programmi Comunitari