Tu sei qui

Aviazione internazionale e cambiamento climatico, Costa: lavorare insieme per fare salto di qualità

Madrid, 10 dicembre – “L’aviazione internazionale può dare un contributo chiave agli sforzi di Parigi” lo ha affermato il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa intervenendo all’evento organizzato dall’Organizzazione Internazionale dell’Aviazione Civile ICAO ‘Aviazione internazionale e cambiamento climatico’, presso il  Padiglione Italia alla COP 25 di Madrid.

“Si tratta infatti di uno dei settori a più rapida crescita a livello mondiale – ha affermato il Ministro - e le emissioni aumenteranno in modo considerevole nei prossimi anni. Gli obiettivi finora concordati nell’ultima assemblea dell’Icao sono significativi e rappresentano già un risultato molto considerevole, che ovviamente deve crescere ancora, per questo auspico di poter lavorare insieme con l’Icao in questa direzione”.

Il Ministro ha poi spiegato che nell’accordo di Parigi non si è fatto mai esplicito riferimento all’aviazione civile: “E’ vero che si fa riferimento in termini generali a tutti i settori – ha affermato Costa - e apprezzo molto che l’aviazione civile faccia la propria parte”. definendo in modo realistico e concreto la volontà di riduzione dei gas climalteranti”.

“So che non è semplice – ha concluso Costa – anche solo mantenere il livello di non aumento delle emissioni rispetto a un traffico crescente, ma credo che insieme potremo fare un salto di qualità”.