Tu sei qui

Clima, Costa: ascoltare giovani in piazza e agire prima che sia tardi

ROMA, 27 settembre 2019 - “Diamo ai giovani lo spazio che meritano e che si sono guadagnati, senza mettere alcun cappello sui loro messaggi, e consapevoli che le loro proteste sono rivolte verso di noi, verso le scelte della politica nazionale e internazionale, dobbiamo ascoltarli e agire subito”. Così il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa commenta le manifestazioni in corso in numerose città italiane in occasione del terzo sciopero globale per il clima.

“Non possiamo più permetterci di agire seguendo la logica dell’emergenza – ha aggiunto Costa - Dobbiamo avere una visione di lungo spettro e costruirla insieme alla classe dirigente del futuro: i ragazzi e le ragazze che oggi sono in piazza a manifestare. Questa ondata, questa loro voglia di osare, mette ancor più noi rappresentanti delle istituzioni dinanzi all’urgenza di agire subito, di farlo prima che sia troppo tardi, perché non abbiamo un pianeta B”.