Tu sei qui

Clima, Costa a Fridays for Future: dl in armonia con legge di bilancio, pronto a incontrarvi e accogliere vostre proposte

ROMA, 2 ottobre 2019 – “Stiamo lavorando, di concerto con il Mef, perché il decreto legge sul clima non sia separato dalla legge di Bilancio, ma integrato nella stessa attraverso vincoli di spesa e normativi. Inoltre, attraverso il Collegato ambientale, avremo la possibilità di dare spazio anche a nuove misure che non rientreranno nel dl. Come vedete, proprio in linea con quanto state sostenendo, stiamo costruendo un architrave normativa che non riguarda solo il Ministero dell’Ambiente ma tutto il governo. Ed è questa la novità rispetto al passato che vi invito a valutare”.

Così il Ministro dell’Ambiente Sergio Costa in una dichiarazione di risposta ai giovani del movimento Fridays for future, che hanno annunciato l’intenzione di indire uno sciopero venerdì 4 ottobre davanti al Ministero dell’Ambiente, per contestare la nuova bozza del decreto legge sul clima. “Purtroppo venerdì non saró al Ministero, perché impegnato a Lussemburgo al Consiglio dei Ministri dell’Ambiente Ue. Quindi non potrò ascoltare le vostre proposte, ma pubblicamente vi invito a incontrarci, anche con i direttori generali, nei prossimi giorni. Tra il dl, il Collegato ambientale e la legge di Bilancio, c’è da rivoluzionare il Paese. Mi farebbe piacere lavorarci insieme”

“Sono perfettamente d’accordo con le proposte da voi avanzate – ha aggiunto Costa – e vi invito a incontrarci per portarle all’esame dei tecnici del Ministero”.