Tu sei qui

Clima: Ministero Ambiente aderisce a “M’illumino di meno”

Il ministro Costa: “Spenti anche parchi e aree marine protette per accendere attenzione sulla natura”
 
Roma, 6 marzo 2020 – Il ministero dell’Ambiente aderisce a “M’illumino di meno”, la campagna di Caterpillar (Radio2) per sensibilizzare sul risparmio energetico, dedicata quest’anno agli alberi e al verde urbano, con l’invito a piantare un albero.
Dalle 19 alle 20 tutte le luci del dicastero di via Cristoforo Colombo saranno spente, come avviene ogni anno.
Stamattina sono state spente le luci e le apparecchiature elettroniche alla Sogesid, la società in house del ministero, e più tardi, su input del ministro dell’Ambiente Sergio Costa, saranno spente anche all’Ispra, l’Istituto superiore per la ricerca ambientale, e in tutti i parchi nazionali e in tutte le aree marine protette.
"La riduzione degli sprechi, a partire da quelli energetici, è tra le azioni prioritarie del ministero dell'Ambiente – osserva il ministro Costa. Con lo spegnimento simbolico delle luci del ministero, della Sogesid, Ispra, parchi e aree marine protette vogliamo dare un segnale di quanto sia importante per noi contrastare lo spreco di energia, accendendo l'attenzione sulla natura e sul mare, un patrimonio inestimabile".
Per il risparmio e l’efficienza energetica, così come per la tutela e valorizzazione del verde urbano, il governo si sta muovendo su più fronti:

  • 85 milioni di euro sono stati destinati dal ministero dell’Ambiente agli enti parco nazionali per ridurre le emissioni di CO2 e contrastare i cambiamenti climatici;
  • 500 milioni di euro l’anno per 5 anni sono assegnati ai Comuni dalla cosiddetta “Norma Fraccaro” per il sostegno a progetti di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile;
  • 60 miliardi di euro sono stati stanziati dalla Finanziaria per misure di sviluppo sostenibile da effettuarsi in più anni;
  • 30 miloni di euro sono previsti nella legge clima per la riforestazione urbana (provvedimento del ministro Costa);
  • in fase di istituzione una banca per gli alberi: è stato chiesto al sistema bancario di finanziarne, insieme al ministero dell’Ambiente, la piantumazione in Italia.
  • in corso di riscrittura le linee guida nazionali del verde pubblico, orientate a una maggiore partecipazione dei cittadini nelle scelte dei Comuni