Tu sei qui

COP giovani, ministro Costa: oggi inizia un percorso importante

Al Castello del Maschio Angioino l’evento preparatorio della 21° Conferenza delle Parti in programma a dicembre a Napoli

Napoli, 23 ottobre 2019 – “Oggi inizia un percorso importante: la conferenza delle parti sul Mar Mediterraneo: tutti i Paesi che si affacciano sul Mediterraneo si incontrano per trovare soluzioni per la tutela del nostro mare”. Lo ha detto il ministro dell'Ambiente Sergio Costa a Napoli, in occasione della prima riunione dei giovani preparatoria alla Cop21 che dal 2 al 5 dicembre porterà in città i ministri dell'Ambiente di 21 Paesi del Mediterraneo per discutere delle sfide del settore. “Da sempre il confronto è stato tra tecnici e politici, mai con i giovani – ha spiegato il Ministro -. Quest'anno invece, per la prima volta nella storia, c’è la COP21 dei giovani, ed è un piacere e un orgoglio vederli”.

Il Ministro ha poi aggiunto che “il mar Mediterraneo è il mare con il commercio più consistente e con una enorme biodiversità, una delle più ricche nel mondo: un mare per questo molto complesso – ha detto – Ed è grazie alla scossa che i giovani stanno dando alle coscienze che in tre mesi abbiamo di fatto varato tre leggi per l'Ambiente. Oggi i giovani sono gli educatori degli adulti”.

All’evento odierno, che rappresenta un passaggio importante di preparazione alla 21° Conferenza delle Parti, hanno partecipato giovani rappresentanti dei Paesi della Convenzione di Barcellona, designati dai rispettivi National Focal Point di UNEP MAP, i ragazzi provenienti da alcune riserve della Biosfera MAB UNESCO, gli esponenti del tavolo di lavoro sui cambiamenti climatici che collabora con il Ministero dell’Ambiente e i membri della rete SDSN delle Nazioni Unite. Tra i temi principali dell’incontro, gli aspetti socio economici dello sviluppo sostenibile nella regione mediterranea, il problema del marine litter, le Aree Marine Protette e la Biodiversità, i Cambiamenti climatici e la Blue economy con particolare attenzione al turismo e alla gestione integrata della fascia costiera (ICZM).

Il documento finale elaborato oggi, la ‘carta dei giovani’, sarà presentata dal Rapporteur del CNR e da una delegazione di giovani alla sessione plenaria della COP21 di dicembre (http://www.cop21med-italy.net/ ).