Tu sei qui

Giornata nazionale degli Alberi. Costa: “Celebriamo il valore universale degli alberi, custodi del territorio e della nostra salute”

La mancata capacità di assorbimento dovuta allo schianto di 14 milioni di alberi è pari a circa 120 mila tonnellate di CO2
 

Roma, 21 novembre 2018 – “Ci sono circa 20 miliardi di alberi in Italia, a ognuno di essi dobbiamo riconoscenza e rispetto. In questa giornata ne celebriamo il valore universale quali custodi del territorio e della nostra salute”. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa ha dato il via alle celebrazioni della Giornata nazionale degli Alberi, di cui ricorre oggi la quinta edizione.

Il ministro ha partecipato a Torino, insieme alla sindaca Chiara Appendino, alla piantumazione degli alberi nella scuola “Vittorio Veneto”.  Il ruolo degli alberi in città è fondamentale per la lotta all’inquinamento atmosferico. Secondo le analisi più accreditate, la presenza degli alberi riduce la concentrazione del PM atmosferico tra il 7 e il 24% entro cento metri di distanza dalla pianta, e riduce la temperatura atmosferica di 2-4 °.

“Sono contento di essere in una scuola oggi, perché il rispetto dell’ambiente inizia dai banchi di scuola e se tutte le scuole si impegnassero a piantare alberi, i risultati si avrebbero anche in termini di concentrazione e di benessere di studenti e insegnanti” ha detto Costa.

Grazie ai dati dell’Inventario Nazionale Forestale e dei Serbatoi di carbonio (INFC) realizzato dai Carabinieri Forestali insieme al CREA, è stato possibile anche stimare il danno eccezionale subito dalle nostre foreste a fine ottobre.

“Oggi – ha spiegato Costa - ricordiamo il fondamentale contributo degli alberi nella lotta ai cambiamenti climatici, anche alla luce degli alberi caduti di recente in Veneto e Trentino. La mancata capacità di assorbimento dovuta allo schianto di 14 milioni di alberi è pari a circa 120 mila tonnellate di CO2.  Un danno enorme, causato da un evento eccezionale, al quale si può rispondere solo migliorando la capacità dell’Italia di adattamento ai cambiamenti climatici, riducendo le emissioni di CO2. Oggi in tutta Italia si tengono  centinaia di iniziative di piantumazione di alberi, non ripianeranno quel mancato assorbimento, ma sono un segnale di attenzione all’ambiente importante”.