Tu sei qui

Il ministro Costa e il ministero al Forum “Compraverde” 2019

Oltre alla partecipazione a diversi convegni, è previsto uno stand nel quale sarà possibile consultare materiale 

Roma, 15 ottobre 2019 - Due giorni intensi di dibattiti, seminari e incontri sui temi della sostenibilità, degli acquisti verdi, delle smart city, dell’economia circolare. Uno scambio di buone pratiche tra amministrazioni pubbliche e privati per raccogliere la sfida del cambiamento verde. E’ il Forum “Compraverde – Buygreen” 2019, organizzato dalla Fondazione Ecosistemi, che si svolgerà giovedì 17 e venerdì 18 ottobre a Roma, al “WeGil”, a Trastevere (largo Ascianghi, 5), al quale interverrà il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che parteciperà ai convegni di apertura.

Il primo, alle ore 9.40, su “La transizione possibile”, con Francesco Merloni del Consiglio dell’Autorità nazionale anticorruzione, Stefano Ciafani, presidente di Legambiente, Fabrizio Di Amato, presidente Maire Tecnimont, Daniela Ducato, Edizero architecture for peace industrie verdi d’Italia, e Andrea Bianchi, direttore politiche industriali di Confindustria (modererà Lidia Baratta de “Linkiesta”). Il secondo, alle 11.30, dal titolo “Le politiche per un Green new deal: dal Lazio all’Italia. Incontro con le imprese dell’economia sostenibile e circolare”, al quale interverranno anche il vicepresidente della Regione Lazio Daniele Leodori, il direttore generale di Cisambiente-Confindustria Lucia Leonessi, il segretario generale di Unioncamere Giuseppe Tripoli, il presidente del Coordinamento nazionale Agende 21 locali Arturo Lorenzoni e Sabrina Stanescu, Purchasing process coordinator Sofidel (moderatore Silvano Falocco, direttore della Fondazione Ecosistemi).

Il ministero dell’Ambiente sarà presente al Forum con un proprio stand nel quale sarà presente il personale per eventuali chiarimenti nonché per la consultazione e distribuzione di materiale. Nutrita la partecipazione di suoi esponenti ai numerosi convegni in programma, come quello sull’“Osservatorio appalti verdi: i numeri del Green Public Procurement in Italia”, con il sottosegretario all’Ambiente Roberto Morassut e il direttore generale Maria Carmela Giarratano (Direzione protezione della natura e del mare), in programma venerdì alle ore 9.30, e “Tutelare i diritti umani e sociali nella catena di fornitura”, giovedì alle 15 con il vice capo di gabinetto Raffaello Sestini e Riccardo Rifici della Direzione clima ed energia.

Verrà inoltre approfondito lo schema nazionale volontario per la valutazione e la comunicazione dell'impronta ambientale dei prodotti, denominato “Made Green in Italy”, istituito dalla legge n. 221/2015, che ha l’obiettivo di valorizzare sul mercato i prodotti italiani con buone prestazioni ambientali e punta con il suo logo a rendere riconoscibili i prodotti per i consumatori, così da incoraggiare scelte più consapevoli. Sarà presentato il “Bando di finanziamento per l’elaborazione di Regole di Categoria di Prodotto nell’ambito dello Schema Made Green in Italy (D.M. n.56/2018)”, appena pubblicato, che  intende promuovere l’elaborazione delle Regole di Categoria di Prodotto (RCP) necessarie per dare efficacia attuazione al “Made Green in Italy” e permettere alle aziende di più settori produttivi di poter aderire e fregiarsi del logo.

Qui il programma dettagliato del Forum