Tu sei qui

Inceneritore Veneto, Ministero Ambiente: «Nessun via libera. Ricostruzioni fantasiose»

Roma, 13 agosto 2020 - «Leggiamo ancora oggi ricostruzioni fantasiose su alcuni quotidiani secondo le quali la regione Veneto avrebbe dato il via libera a due linee dell'inceneritore di Fusina "seguendo la linea del ministero dell'Ambiente". Precisiamo che nessun via libera in tal senso è stato espresso né dal ministero né tantomeno dal ministro Costa. Né sarebbe di sua competenza. Negli incontri intercorsi sia a livello politico che tecnico con la regione Veneto si è parlato della terza linea, dell'inopportunità di perseguirla in quanto molto problematica sotto il profilo ambientale, e in particolare per i Pfas, linea che di fatto è stata poi accantonata. La Commissione Via ha sollecitato altresì la regione Veneto a fornire ulteriori informazioni tecniche sulle altre due linee per poter acquisire elementi precisi e idonei a una valutazione dell'impianto. La Conferenza dei servizi che si è svolta, per la quale il ministero non è coinvolto né, quindi, ha partecipato, ha deliberato di proseguire le due linee indipendentemente quindi da qualsiasi decisione o pronunciamento del ministero stesso». Così l'ufficio stampa del ministero dell'Ambiente in una nota.