Tu sei qui

Inquinamento, Costa: “Nessuna deroga su limiti inquinamento”

"Strada è credito d’imposta ed ecobonus al 90% e riduzione tempi recupero investimenti su rigenerazione urbana ed efficientamento per imprese e cittadini"

Roma, 1 aprile 2020 - “Nessuna derogha sui limiti inquinamento che ci esporrebbe solo al rischio del depauperamento dell’Ambiente e metterebbe a rischio la salute dei cittadini e  ricordo le 80mila morti per inquinamento atmosferico su base annua. La risposta in questo momento è un aiuto concreto a inquinare di meno, attraverso strumenti che agevolino il concreto cambiamento del paradigma produttivo che si può sviluppare attraverso il sistema degli ecobonus”. Così il ministro dell’Ambiente Sergio Costa nel corso di ‘Conversazione sul futuro’ la conferenza conversazione in corso con i giornalisti specializzati nel settore ambientale  che sarà possibile seguire in streaming sulla pagina Facebook del ministro Costa dalle 17.00.

“Incentivare aziende e privati cittadini – ha continuato il ministro Costa - a spostarsi verso sistemi tecnologici meno impattanti, da un lato inserendo un credito di imposta per le imprese e un ecobonus per i cittadini, entrambi non inferiori al 90% e con un ristoro del capitale più rapido rispetto ai 10 anni attuali, penso a circa 3-5 anni”.

“Credo che questa strategia – ha concluso Costa -  sia il modo migliore per coinvolgere e far partecipare tutti a questo cambiamento di paradigma necessario anche in chiave di lotta al climate change”.