Tu sei qui

Marocco, un alleato importante per lo sviluppo sostenibile

Allo studio un Protocollo d’Intesa con il Centro per i cambiamenti climatici di Rabat

Roma, 29 gennaio 2019 -  All’inaugurazione del Centro per il Clima e lo sviluppo sostenibile per l’Africa ha riscosso grande interesse l’intervento della segretaria di stato del Marocco per lo sviluppo sostenibile, Nezha Elouafi.

Sul fronte delle energie rinnovabili il Marocco è, infatti, all’avanguardia, e non solo in Africa. Una leadership testimoniata dalla presenza a Rabat del Centro per i cambiamenti climatici (https://www.4c.ma/fr), voluto dal governo marocchino per accompagnare il processo di transizione sia in Marocco sia a livello continentale. Il Centro è stato incaricato dall’Unione Africana di offrire consulenza nelle aree di maggior criticità ambientale dell’Africa, dal bacino del fiume Congo alla fascia del Sahel.

Il Marocco ha espresso l’auspicio, condiviso anche dal ministro dell’Ambiente Sergio Costa, che i due centri che hanno come missione proprio quella di affrontare i cambiamenti climatici in Africa, possano collaborare. Un Protocollo d’Intesa è già allo studio.

“Con il Marocco abbiamo una collaborazione storica, è un nostro partner privilegiato. Uno dei risultati più interessanti è la conversione al solare del più grande ospedale africano, a Casablanca” afferma il ministro Costa. “Sono molto soddisfatto del fatto che, già nel giorno dell’inaugurazione del Centro per l’Africa a Roma, sia nata una prospettiva di collaborazione proprio con uno dei Paesi africani maggiormente all’avanguardia sul fronte dello sviluppo sostenibile”.