Tu sei qui

Matera, Guardia di Finanza sequestra siti per 2,6 ettari con tonnellate di amianto abbandonato

Matera, 13 lug. – “Complimenti alle donne e agli uomini della Guardia di Finanza, che con la loro azione incisiva, hanno sventato un grave attacco all’ambiente e alla salute dei cittadini”.
A parlare è il ministro dell’Ambiente Sergio Costa, al termine dell’intervento condotto dai finanzieri della Compagnia di Policoro, che hanno eseguito uno specifico servizio nella circoscrizione di competenza, nel Comune di Scanzano Jonico.
In particolare, a seguito di un approfondito monitoraggio da parte delle pattuglie impegnate nel dispositivo di sicurezza a contrasto dei traffici illeciti, acquisita una segnalazione dettagliata da parte dell’ALSIA (Agenzia Lucana di Sviluppo e di Innovazione in Agricoltura), hanno rinvenuto in dodici distinti siti, diverse tonnellate di rifiuti speciali pericolosi, tra cui pannelli, canaline e canne fumarie in amianto, in cattivo stato di conservazione, pericolosamente sbriciolati sul terreno.
Le aree interessate, risultate già oggetto di bonifica da altri rifiuti pericolosi nel dicembre 2018, vaste 2,6 ettari, sono state delimitate e sottoposte a sequestro dalle Fiamme Gialle, in quanto i materiali rinvenuti, da considerarsi rifiuti speciali non urbani pericolosi, erano stati abbandonati in violazione alle principali normative vigenti.
In seguito ai rilievi effettuati presso l’Ufficio Tecnico del Comune di Scanzano, l’ALSIA e lo stesso Comune, sono stati individuati i proprietari dell’intera area in oggetto ai fini della successiva rimozione del materiale pericoloso.