Tu sei qui

Ambiente: Carabinieri del NOE di Catania sequestrano cava abusiva di 90.000 mq nel Parco dell’Etna. 4 denunciati e sequestri per 1,5 milioni di euro

Catania, 16 giugno 2020 – Nella giornata di ieri, I Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico di Catania, nel corso delle attività di controllo ambientale programmate nei comuni del territorio del Parco dell’Etna, hanno effettuato un’ispezione all’interno di un’area di cava, nel Comune di Belpasso, che era già stata oggetto di un controllo nel 2019.

Nel corso della verifica sono state riscontrate nuove escavazioni abusive di basalto lavico in zona sottoposta a vincolo paesaggistico. Sequestrata l’intera attività composta da un’area di circa 90.000 metri quadri e da un impianto di frantumazione, nonché tre escavatori, due autocarri e tutti i locali adibiti ad uffici edificati abusivamente.

Per questi reati 4 persone sono state denunciate all’Autorità Giudiziaria, si tratta  del legale rappresentante e tre dipendenti sorpresi ad operare gli scavi abusivi e l’attività di frantumazione non autorizzata.

Il valore complessivo del sequestro ammonta a circa 1,5 milioni di euro.

 

 

 

Aree 
Territorio
Argomenti 
Aree naturali protette
Inquinamento
Rifiuti