Tu sei qui

Ambiente: Carabinieri del NOE effettuano controlli sul ciclo del cemento a Gorizia. Sequestri in depositi e impianti produttivi, 2 denunce

Ambiente: Carabinieri del NOE effettuano controlli sul ciclo del cemento. Sequestri in depositi e impianti produttivi, 2 denunce

Roma, 23 maggio 2019 – I Carabinieri del NOE di Udine, nel corso dei controlli sul ciclo del cemento, predisposti dal Comando Tutela Ambientale con il coordinamento della Procura della Repubblica di Gorizia, hanno riscontrato violazioni penali nei confronti di 2 società operanti nel settore dell’escavazione e del trattamento inerti.

Nello specifico, hanno riscontrato che all’interno di una società sita in Romans d’Isonzo (GO), erano stoccati 30.000 metri cubi di rifiuti inerti all’interno di un’aerea sottoposta a vincolo paesaggistico di circa 20.000 metri quadri. L’area e i materiali depositati, sono stati posti sotto sequestro probatorio e il legale rappresentante della ditta è stato deferito in stato di libertà per l’ assenza di autorizzazione paesaggistica e per gestione illecita di rifiuti.

Inoltre gli uomini del NOE hanno eseguito un decreto di sequestro preventivo emesso dal Tribunale di Gorizia in una società di Fogliano Redipuglia (GO), impegnata nella produzione di micronizzati calcarei, sequestrando l’impianto di macinazione ed un impianto di aspirazione polveri. Il legale rappresentante della ditta è stato denunciato poiché l’azienda operava senza autorizzazioni ambientali alle emissioni in atmosfera. Il valore degli impianti sottoposti a sequestro è di circa 400.000 euro.

 

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN)
Argomenti 
Rifiuti
Rischio industriale