Tu sei qui

Ambiente: Carabinieri Forestali denunciano taglio non autorizzato di un pioppeto nel fiorentino, due denunciati e sanzioni amministrative per 8.000 euro

Firenze, 15 gennaio 2021 - A seguito di segnalazioni da parte di cittadini in merito ad un taglio boschivo sospetto, militari della Stazione Carabinieri Forestale di Empoli si recavano in località Casone nel Comune di Montaione (FI), al fine di verificare la regolarità di tale intervento. Constatavano che erano state effettuate diverse tipologie di interventi e da un controllo documentale, emergeva, fra le varie istanze presentate alla Città Metropolitana di Firenze, anche una Dichiarazione generica per taglio di arboricoltura da legno (pioppeto).

Da accertamenti sul posto erano state però rinvenute alcune piante cresciute spontaneamente, da rinnovazione, all’interno di tutto il pioppeto e dal conteggio degli anelli alcune di esse avevano un’età superiore ai 15 anni. La presenza di piante “nuove” quali specie quercine, aceri, carpini con età superiore ai 15 anni, le testimonianze raccolte, e la visione delle immagini satellitari, facevano emergere l’abbandono del pioppeto da almeno 15 anni, pertanto l'area oggetto di intervento doveva classificarsi come bosco a tutti gli effetti, secondo la Legge forestale regionale. Per il taglio sarebbe stata dunque necessaria una richiesta di “Autorizzazione di taglio fustaia”, con tanto di progetto di taglio. L'intervento era stato quindi eseguito in difformità sostanziale alla legge.

Da accertamenti e indagini successive, i forestali hanno appurato che il taglio, che ha interessato una superficie di più di un ettaro, era stato eseguito da una Azienda agricola della lucchesia mentre un’altra ditta risultava essere acquirente del soprassuolo boschivo, nonché la titolare del titolo autorizzativo.

Sono stati dunque segnalati all' A.G. l’Amministratore unico della ditta acquirente del soprassuolo boschivo e titolare dell’atto autorizzativo e il Presidente del consiglio di amministrazione dell’Azienda agricola esecutrice del taglio.

E’ stato anche elevato verbale amministrativo a carico di entrambi per taglio eseguito in assenza di autorizzazione, sanzione connessa al reato. Per gli altri interventi di taglio nella medesima località, effettuati dalle stesse ditte, sono stati elevati verbali amministrativi per taglio di piante fuori foresta in assenza di Autorizzazione ai sensi della legge forestale regionale, e taglio lungo il torrente Orlo senza la prescritta autorizzazione dell’Autorità Idraulica. Il totale delle sanzioni ammonta a 8.040 euro.

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per la protezione della natura e del mare (PNM)
Argomenti 
Tutela flora e fauna