Tu sei qui

Clima: Ministero Ambiente, a Milano e Bologna prima visita di studio delle buone pratiche

La linea LQS di Mettiamoci in RIGA porta Liguria, Piemonte, Sardegna e Valle d’Aosta a scoprire tre progetti: “KNOW-4-DRR”, “BLUE AP” e “GAIA”

Roma, 18 lug - Al Politecnico di Milano per approfondire il progetto “KNOW-4-DRR”, poi al Comune di Bologna per “BLUE AP” e “GAIA”: sono i Cambiamenti Climatici i protagonisti della prima Visita di studio della linea d’intervento LQS del Progetto “Mettiamoci in RIGA”, del Ministero dell’Ambiente per rafforzare la governance multilivello di Regioni e Province Autonome.

Il programma del 22 e 23 luglio prevede una visita studio rivolta a Liguria, Piemonte, Sardegna e Valle d’Aosta: sarà l’occasione per le Regioni di conoscere sul campo le buone pratiche per l’Ambiente e il Clima contenute nella “Piattaforma delle Conoscenze” (www.pdc.minambiente.it ) che le Regioni hanno individuato come potenzialmente replicabili sul loro territorio. 

Nel primo pomeriggio di lunedì, al Politecnico di Milano, si parlerà di “KNOW-4-DRR”: progetto realizzato con il finanziamento del “7° Programma Quadro per la Ricerca”, che punta al miglioramento delle conoscenze per la riduzione del rischio di disastri naturali a integrazione dell’adattamento ai cambiamenti climatici, attraverso la condivisione di conoscenze e informazioni. Attraverso un workshop interattivo, verrà simulata la predisposizione di un piano e di un programma di azioni prioritarie per un ambito del Bacino del Po, in provincia di Piacenza.

Le Regioni con il gruppo tecnico-specialistico LQS faranno poi tappa, martedì, al Comune di Bologna, dove verranno presentate le pratiche di BLUE AP e GAIA. Il primo progetto, realizzato con il programma LIFE, ha sviluppato un sistema informativo innovativo che ha consentito di definire il Profilo Climatico Locale della città di Bologna e le conseguenti azioni di adattamento ai cambiamenti climatici da promuovere. GAIA, sempre realizzata attraverso il LIFE, riguarda la forestazione urbana e la diffusione di strumenti per diminuire la carbon footprint con azioni di compensazione quali la messa a dimora di nuovi alberi.

Consulta il programma

Aree 
Territorio
Energia