Tu sei qui

Inquinamento: 3 avvisi di garanzia ai dirigenti Syndial di Sassari per inquinamento da fosforo

Roma 13 giugno 2019 - I Carabinieri del NOE di Sassari coordinati dalla Procura della Repubblica, hanno notificato l’avviso di conclusione indagini e informazione di garanzia a carico di tre dirigenti della società del Gruppo ENI, specializzata nelle attività di bonifiche ambientali di siti industriali. I provvedimenti sono stati emessi al termine di complesse ed approfondite indagini, avviate nel 2015, a seguito del rinvenimento da parte dei Carabinieri di una vasta area di quattro ettari, adibita a discarica di rifiuti speciali pericolosi.

 I rifiuti erano costituiti da scarti di processi chimici del fosforo e scorie fosforose con presenza anche di “radionuclidi naturali” e si trovavano all’interno del polo petrolchimico, in area denominata “palte fosfatiche” ubicata nella zona gestita dalla Syndial S.p.a. L’area in questione faceva parte del Sito di Interesse Nazionale già oggetto di operazioni di bonifica ambientale e sottoposta a sequestro preventivo. 

L’ipotesi accusatoria è quella di aver realizzato e gestito dal 2011 al 2015, una discarica non autorizzata di rifiuti speciali pericolosi, commettendo un potenziale disastro ambientale, dal quale poteva derivare un pericolo per l’incolumità pubblica, consentendo anche lo sversamento nella falda e sul terreno delle acque di dilavamento.

Nel sito interessato, sono state avviate, le operazioni di bonifica.

 

 

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN)
Direzione generale per la salvaguardia del territorio e delle acque (STA)
Argomenti 
Bonifiche
Rifiuti
Rischio industriale
Suolo