Tu sei qui

Inquinamento: Carabinieri forestali sequestrano terreni contaminati utilizzati per produrre foraggio per gli animali, denunciata la proprietaria.

Roma, 13 maggio 2019 - Denunciata la proprietaria di un ettaro di terreno a Villa Literno, all’interno della Terra dei Fuochi, per l’inosservanza di un provvedimento sulla sicurezza e l’igiene pubblica.

Nel corso di una verifica periodica nell’area della Terra dei fuochi i carabinieri della Forestale di Castel Volturno hanno accertato che sul terreno di Villa Literno, gia contrassegnato per rischio agro alimentare veniva comunque prodotto foraggio per gli animali. Sul terreno erano infatti state individuate criticità ambientali e per questo era stato interdetto alle produzioni agricole e al pascolo. L’individuazione dei terreni agricoli a rischio agro-ambientale è derivata dal lavoro di monitoraggio svolta sui terreni , ricadenti nel territorio dei 90 comuni del “Patto per la Terra dei Fuochi”, potenzialmente a rischio in considerazione dei dati storici di inquinamento.

Il monitoraggio dei fondi agricoli,  si è sviluppato attraverso l’attività di campionamento ed analisi che hanno riguardato il suolo, le acque di falda e le produzioni vegetali, nonché l’utilizzo di indagini tecniche geomagnetometriche e radiometriche, ed è stato effettuato da un gruppo di lavoro, coordinato dall’Arma dei Carabinieri a cui hanno partecipato Regione Campania, Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale in Campania (ARPAC), Consiglio per la Ricerca e la Sperimentazione in Agricoltura (CRA), Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA), Istituto Superiore di Sanità (ISS), Istituto Zooprofilattico Sperimentale Abruzzo e Molise (IZSAM), Istituto Zooprofilattico Sperimentale del Mezzogiorno (IZSM) e Università degli Studi di Napoli Federico II.

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN)
Argomenti 
Suolo
Inquinamento