Tu sei qui

“LA PARTECIPAZIONE PUBBLICA NELLA GESTIONE DEI CORPI IDRICI. Il coinvolgimento dei portatori di interesse nei Contratti di Fiume”.

Roma 8 aprile - L’Osservatorio Nazionale dei Contratti di Fiume del Ministero dell’Ambiente organizza il 9 aprile a Roma (Centro Congressi Fontana di Trevi) l’incontro “LA PARTECIPAZIONE PUBBLICA NELLA GESTIONE DEI CORPI IDRICI. Il coinvolgimento dei portatori di interesse nei Contratti di Fiume” per approfondire e discutere il tema della partecipazione pubblica nei processi decisionali sull’acqua con particolare riferimento ai processi di governance dei Contratti di Fiume (CdF).

Quali portatori di interesse coinvolgere in un CdF e come individuarli? Come garantire che gli impegni presi dai portatori d’interesse vengano effettivamente rispettati? Quali sono gli strumenti necessari per garantire trasparenza e accessibilità all’informazione in un CdF e come valutarne l’efficacia? Quali tecniche e metodi utilizzare per porre in essere la partecipazione attiva nei CdF e quale è il contributo della partecipazione attiva nel raggiungimento degli obiettivi del CdF?

Questi sono solamente alcuni degli interrogativi su cui si confronteranno i partecipanti all’iniziativa, con cui il Ministero dell’Ambiente intende favorire lo scambio di esperienze e il confronto tra soggetti pubblici e stakeholder, interessati alla gestione dei bacini e sottobacini idrografici.

L’evento si aprirà con una prima sessione plenaria che prevede diversi interventi e presenze istituzionali tra cui quella del Sottosegretario di Stato all'Ambiente On. Salvatore Micillo, del Capo della Segreteria Tecnica del Ministro dell’Ambiente Tullio Berlenghi e del Direttore Generale di ISPRA, Alessandro Bratti.

Durante questa prima parte della mattinata il Ministero dell’Ambiente raccoglierà anche il messaggio di Daniele Allega e di Aran Cosentino, giovani rappresentanti del tavolo “al Lavoro! per l’ambiente”, che nasce dal movimento Fridays for Future e dal pensiero della giovane attivista Greta Thunberg.

Nella seconda parte della mattinata i partecipanti verranno divisi in tre gruppi di lavoro che, con l’aiuto di facilitatori, si confronteranno sui seguenti aspetti connessi alla partecipazione nei processi dei Contratti di Fiume:

  • analisi e messa in rete dei portatori di interesse;
  • informazione e comunicazione;
  • partecipazione e responsabilità.

I risultati dei gruppi di lavoro verranno poi presentati nella sessione plenaria del pomeriggio che prevede una tavola rotonda cui prenderanno parte, tra gli altri, anche il Capo della Segreteria Tecnica del Ministro dell’Agricoltura Luciano Nieto, il Direttore dell’ANBI Massimo Gargano e una rappresentanza delle Associazioni ambientaliste.

L’incontro, finalizzato anche all’acquisizione di spunti e informazioni per la definizione di un documento di indirizzo sull’argomento, rappresenta una occasione per contribuire attivamente ai lavori dell’Osservatorio Nazionale dei Contratti di Fiume.

L’iniziativa, organizzata in collaborazione con il Tavolo Nazionale dei Contratti di Fiume, rientra nelle attività di cui alla Linea di intervento L6‐WP2 "Gestione integrata e partecipata dei bacini/sottobacini idrografici" relativa al Progetto CReIAMO PA “Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA”, finanziato nell'ambito del Programma Operativo Nazionale PON Governance e Capacità Istituzionale 2014‐2020. L’attività è svolta dal MATTM con il supporto operativo e tecnico scientifico di Sogesid S.p.A.

 

Aree 
Acqua
Territorio