Tu sei qui

Rifiuti, Carabinieiri del Noe sequestrano capannone utilizzato come sito di stoccaggio illecito in provincia di Rovigo

Roma, 5 marzo 2019 - Grazie alle segnalazioni pervenute dai cittadini, insospettiti dal continuo transitare di mezzi nei pressi del capannone a FIesso Umbertiano e alla tempestività nell’intervento dei Carabinieri di Castelmassa (RO) è stato individuato un sito in disuso e abbandonato, un tempo utilizzato da un’azienda operante nel campo della produzione di pannelli per frigoriferi.

In seguito al ritrovamento i Carabinieri del Noe di Venezia hanno iniziato le indagini e i sopralluoghi che hanno portato alla scoperta di circa 5000 metri cubi di rifiuti, in prevalenza di natura plastica e residui tessili, ammassati fino a lambire il soffitto della struttura. Le modalità dello stoccaggio, la saturazione quasi completa degli spazi, la difficoltà ad accedere all’interno, l’impianto elettrico a contatto con i rifiuti e la carenza dei presidi antincendio, hanno portato i militari a procedere al sequestro dell’area di circa 3000 metri quadri.

Sono già in corso indagini mirate per individuare le responsabilità e la provenienza oltre che la caratterizzazione dei rifiuti rinvenuti. Il ritrovamento di questo capannone, come di altri nel Nord Italia, rientra in una strategia preventiva e repressiva del Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale che vede impegnati in prima linea i Nuclei Operativi Ecologici nel contrasto al fenomeno dello smaltimento dei rifiuti plastici attraverso canali illeciti o solo apparentemente regolari.

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN)
Argomenti 
Rifiuti