Tu sei qui

Rifiuti: Carabinieri del NOE di Ancona effettuano indagini in 2 capannoni su segnalazione dei cittadini. Gestore denunciato per gestione illecita di rifiuti speciali

Roma, 19 novembre 2019 - I Carabinieri del NOE di Ancona, a conclusione delle attività investigative eseguite presso un’area privata costituita da 2 capannoni nel comune di Ancona, hanno notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari ad un cittadino di Falconara Marittima, proprietario dell’area, poiché responsabile di aver “gestito abusivamente rifiuti speciali pericolosi e non pericolosi”, costituiti prevalentemente da veicoli fuori uso e loro componenti meccaniche.

L’attività investigativa era cominciata ad inizio 2018 quando il NOE a seguito di varie segnalazioni arrivate dagli abitanti del luogo, avevano effettuato una serie di mirati e di appostamento, a seguito dei quali, dopo aver localizzato l’area, avevano riscontratoche l’indagato era dedito alla gestione abusiva di veicoli fuori uso, componenti meccaniche, carrozzerie di veicoli, olii lubrificanti esausti, batterie esauste, oltre ad un consistente numero di pneumatici usati.

Sono in corso le attività di smaltimento dei rifiuti e di bonifica dell’intera area interessata, al fine di scongiurare pericoli di inquinamento ambientale.
Le indagini sono state dirette dalla Procura della Repubblica di Ancona che ne ha assunto la direzione sino al provvedimento di notifica dell’avviso di conclusione delle indagini preliminari.

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN)
Argomenti 
Rifiuti