Tu sei qui

Rifiuti: Carabinieri del NOE di Campobasso sequestrano 100.000 mc di materiali depositati illecitamente in zona sottoposta a tutela ambientale

Roma, 26 marzo 2020 – I Carabinieri del NOE di Campobasso, coadiuvati da militari della Stazione Carabinieri di Montenero di Bisaccia (CB) e il supporto di un elicottero del Nucleo Elicotteri di Pescara e di tecnici dell’Arpa, hanno effettuato una complessa attività ispettiva presso una cava per estrazione di materiale inerte di una nota azienda che opera prevalentemente nella produzione, lavorazione e commercio di materiali per l’edilizia. A conclusione delle indagini sono stati posti sotto sequestro circa 100.000 metri cubi di rifiuti di estrazione costituiti da terre e rocce gestite illecitamente, in zona tutelata a ridosso dell’alveo del fiume Trigno e utilizzate per la realizzazione abusiva di un ampio piazzale nella cava che, peraltro, è risultata sprovvista di autorizzazione alle emissioni in atmosfera per le polveri diffuse.

Pertanto, i responsabili legali dell’attività produttiva ed il direttore tecnico sono stati denunciati in stato di libertà all’Autorità Giudiziaria per violazione della normativa sulla gestione dei rifiuti delle industrie estrattive, nonché per opere eseguite su beni tutelati e in assenza di autorizzazione, deturpamento di bellezze naturali e mancanza di autorizzazione alle emissioni in atmosfera per le polveri diffuse.

 

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per l’economia circolare (ECi)
Argomenti 
Rifiuti