Tu sei qui

Rifiuti: Carabinieri del NOE di Pescara notificano 10 avvisi di conclusione indagini preliminari a responsabili e tecnici discarica S. Lucia di Atri (Teramo)

Roma, 28 maggio 2019 -  I Carabinieri del NOE di Pescara hanno notificato l’avviso di conclusione delle indagini preliminari ai direttori e ai responsabili tecnici, nonché ai collaudatori e progettisti della discarica, per le ipotesi di reato di concorso nella realizzazione e gestione illecita della discarica S. Lucia di Atri in provincia di Teramo.

Il provvedimento odierno scaturisce dalle indagini, avviate nel 2017, che nello scorso gennaio avevano portato il Giudice per Indagini Preliminari del Tribunale di Teramo, ad accogliere la richiesta della Procura della Repubblica, di emissione del decreto di sequestro preventivo della discarica per rifiuti speciali non pericolosi – situata nella zona agricola del Comune di Atri (TE), località San Lucia - nei confronti del “Consorzio Comprensoriale per lo smaltimento dei rifiuti solidi urbani Piomba-Fino”, proprietario della discarica e nei confronti dalla Società Atri Ambiente S.r.l., gestore dell’invaso.

Sono state quindi riconosciute attuali e fondate le ipotesi di reato avanzate dagli inquirenti e ricostruite dai Carabinieri del NOE, con il supporto dell’ARTA Abruzzo e del 5° Nucleo Elicotteri Carabinieri di Pescara, in circa due anni di minuziose e delicate indagini, che hanno toccato anche la difficile situazione dello smaltimento dei rifiuti della Capitale.

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN)
Argomenti 
Rifiuti