Tu sei qui

Rifiuti: Carabinieri del Nucleo Forestale denunciano amministratori di un opificio del distretto conciario di Solofra per smaltimento illecito di rifiuti pericolosi

Avellino, 19 ottobre 2020 - I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Polizia Ambientale Agroalimentare e Forestale (N.I.P.A.A.F.) di Avellino, con il supporto dei colleghi della Stazione Forestale di Serino, hanno denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica di Avellino due persone ritenute responsabili, a vario titolo, dell’illecito smaltimento di rifiuti pericolosi ed abusivismo edilizio.

I Carabinieri, nell’ambito delle verifiche sulle attività conciarie finalizzate ad accertare la corretta gestione dei reflui e del ciclo dei rifiuti per il contrasto dell’inquinamento del “Torrente Solofrana”, hanno controllato un opificio della Città conciaria riscontrando che l’amministratore della società aveva proceduto allo smaltimento illecito di rifiuti costituiti da imballaggi contaminati da sostanze pericolose (prodotti chimici per la lavorazione delle pelli).

Si è accertato, inoltre, che erano stati realizzati dei manufatti in assenza di titolo edilizio e senza rispettare le distanze dai confini del lotto, nonché l’assenza di aree destinate a verde privato e parcheggio.  

Nel corso del controllo è stata anche rilevata la presenza di un piazzale realizzato in cemento battuto in area destinata a verde pubblico, usurpando parte di fondi del Comune di Solofra (AV) e di privati.

Infine, è stata emessa una sanzione amministrativa di oltre 2mila euro per la mancata annotazione dei citati rifiuti sul registro di carico e scarico.

 

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per il risanamento ambientale (RiA)
Direzione generale per l’economia circolare (ECi)
Argomenti 
Inquinamento
Rifiuti