Tu sei qui

Rifiuti: i Carabinieri del NOE di Torino sequestrano due capannoni adibiti a discarica abusiva e oltre 1.000 tonnellate di rifiuti nel biellese

Torino, 17 settembre 2020 – I Carabinieri del NOE di Torino nell’ambito delle incessanti attività di controllo predisposte dal Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale, con il supporto delle varie componenti dell’Arma territoriale per prevenire il fenomeno degli incendi e dei traffici illeciti di rifiuti, hanno individuato e sottoposto a mirato controllo nel biellese un’azienda operante nel trattamento di diverse tipologie di rifiuti, riscontrando gravi violazioni delle prescrizioni contenute nel provvedimento autorizzativo della Provincia.

Nei due capannoni contigui e nelle aree adiacenti non autorizzate al deposito, infatti, erano state stoccate più di 1.000 tonnellate di rifiuti di varia natura, volumi di gran lunga superiori alle quantità ammesse. A destare particolare preoccupazione, inoltre, erano le modalità di stoccaggio dei rifiuti, tra loro eterogenei ed ammassati alla rinfusa così da ostruire i presidi antincendio e le vie di fuga.

La commistione di diverse tipologie di rifiuti (plastici, tessili, organici, RAEE e cartacei) prevalentemente non sottoposti ad operazioni di cernita, e l’assoluta mancanza della prevista cartellonistica identificativa, nonostante la collaborazione del personale di ARPA di Biella, ha altresì reso estremamente difficile l’individuazione dei singoli materiali e la loro quantificazione e caratterizzazione.

Conseguentemente, i Carabinieri del NOE di Torino hanno proceduto al sequestro dell’intera area e dei rifiuti presenti allo scopo di imporre all’azienda il corretto smaltimento degli stessi nel pieno rispetto della normativa di settore, nonché delle norme antincendio. 

 

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per l’economia circolare (ECi)
Argomenti 
Rifiuti