Tu sei qui

Terra dei Fuochi: i Carabinieri del Noe di Caserta arrestano imprenditore dedito al traffico e smaltimento illecito di rifiuti.

Roma, 24 maggio 2019- Il NOE di Caserta ha posto agli arrestati domiciliari un imprenditore casertano, ritenuto gravemente indiziato del delitto di traffico illecito di rifiuti. Le misure cautelari sono scattate su disposizione del Giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Napoli e su richiesta della Direzione Distrettuale Antimafia di Napoli.

L’arrestato era già stato coinvolto in precedenti attività investigative che riguardavano sempre lo smaltimento illegale dei rifiuti. Investigazioni, iniziate nel corso del 2018, effettuate soprattutto attraverso servizi di osservazione e pedinamento che hanno consentito di scoprire un ingente traffico di rifiuti speciali, costituiti prevalentemente da inerti da demolizioni e costruzioni edili e rocce da scavo.

Le indagini hanno dimostrato che l’attività dell’imprenditore si svolgeva tra i comuni della provincia di Caserta con epicentro a Frignano, dove prelevava i rifiuti da demolizione dai cantieri delle imprese compiacenti, impegnate in lavori edili e li trasportava nei siti di smaltimento in assenza di qualsiasi autorizzazione e documentazione utile al tracciamento ed alla certificazione analitica di non pericolosità. Questa attività gli permetteva di ottenere ingenti profitti e un notevole risparmio sui costi d’esercizio per le imprese che utilizzavano i suoi servizi illeciti. Nel corso dell’operazione i Carabinieri hanno posto sotto sequestro anche un autocarro e due escavatori per un valore di circa 200.000 euro.

L’operazione di oggi rappresenta un ulteriore segnale del costante impegno del Comando Carabinieri per la Tutela Ambientale e della Direzione Distrettuale Antimafia nel contrasto agli illeciti ambientali nella zona della Terra dei Fuochi.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN)
Argomenti 
Rifiuti