Tu sei qui

Terra dei Fuochi: i Carabinieri del Noe di Caserta sequestrano discarica abusiva contenente 12.000 mc di rifiuti speciali, 1 denuncia

Roma, 26 marzo 2019 – I Carabinieri del Noe di Caserta nel corso delle attività di controllo legaRoma, 26 marzo 2019 – I Carabinieri del Noe di Caserta nel corso delle attività di controllo legate al contrasto dei reati ambientali nella Terra dei Fuochi e alla prevenzione degli incendi di rifiuti stoccati e smaltiti illegalmente hanno posto sotto sequestro una vasta area di circa 3000 metri quadri situata in provincia di Caserta. All’interno di un sito recintato con blocchi in calcestruzzo e chiuso con un cancello, gli uomini del Nucleo Operativo Ecologico hanno trovato circa 12000 metri cubi di rifiuti speciali costituiti da detriti provenienti da attività di demolizione edile, terre e rocce da scavo, ceramiche nonché materiali ferrosi e plastici, oltre a diversi macchinari utilizzati per l’attività di recupero dei rifiuti e dei materiali inerti in stato di abbandono (mulini fissi e mobili per la macinazione e vagliatura). 

Il proprietario dell’area è stato pertanto denunciato all’autorità giudiziaria per smaltimento illecito di rifiuti e per realizzazione e gestione illecita di discarica non autorizzata.

L’operazione di oggi ha portato al sequestro di beni per un valore complessivo di circa 300mila euro e si inserisce in una più ampia attività di prevenzione e contrasto all’illegalità ambientale che nel recente periodo ha portato ad eseguire sul territorio 25 controlli 17 sequestri ed alla denuncia di 13 persone.te al contrasto dei reati ambientali nella Terra dei Fuochi e alla prevenzione degli incendi di rifiuti stoccati e smaltiti illegalmente hanno posto sotto sequestro una vasta area di circa 3000 metri quadri situata in provincia di Caserta. All’interno di un sito recintato con blocchi in calcestruzzo e chiuso con un cancello, gli uomini del Nucleo Operativo Ecologico hanno trovato circa 12000 metri cubi di rifiuti speciali costituiti da detriti provenienti da attività di demolizione edile, terre e rocce da scavo, ceramiche nonché materiali ferrosi e plastici, oltre a diversi macchinari utilizzati per l’attività di recupero dei rifiuti e dei materiali inerti in stato di abbandono (mulini fissi e mobili per la macinazione e vagliatura).

Il proprietario dell’area è stato pertanto denunciato all’autorità giudiziaria per smaltimento illecito di rifiuti e per realizzazione e gestione illecita di discarica non autorizzata.

L’operazione di oggi ha portato al sequestro di beni per un valore complessivo di circa 300mila euro e si inserisce in una più ampia attività di prevenzione e contrasto all’illegalità ambientale che nel recente periodo ha portato ad eseguire sul territorio 25 controlli 17 sequestri ed alla denuncia di 13 persone.

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN)
Argomenti 
Rifiuti