Tu sei qui

Direzione generale delle politiche per l’innovazione, il personale e la partecipazione (IPP)

Direttore generale: Dott.ssa Maria Carmela Giarratano

La Direzione generale delle politiche per l’innovazione, il personale e la partecipazione svolge le funzioni di competenza del Ministero nei seguenti ambiti:

a) coordinamento dei processi partecipativi comunque denominati del Ministero e gestione delle attività in tema di accesso civico generalizzato e attuazione della Convenzione di Aarhus; organizzazione e gestione delle relazioni con il pubblico di cui all’articolo 8 della legge 7 giugno 2000, n. 150; procedimenti di riconoscimento delle associazioni ambientaliste ai sensi dell’articolo 13 della legge 8 luglio 1986, n. 349, verificando periodicamente il mantenimento dei relativi requisiti previsti;

b) innovazione tecnologica, digitalizzazione, informatizzazione dei sistemi, organizzazione unificata e condivisa del sistema informativo del Ministero, e dei necessari strumenti a presidio della trasparenza amministrativa, della sicurezza informatica, e relativa attuazione;

c) gestione ed implementazione del sito internet del Ministero in stretto coordinamento con gli uffici di diretta collaborazione del Ministro; funzionamento e sviluppo dei sistemi per l’informazione geografica e la geolocalizzazione; assolvimento dei compiti connessi all’attuazione del decreto legislativo 27 gennaio 2010, n. 32 (INSPIRE); coordinamento ed attuazione, per i profili di competenza del Ministero, del codice dell’amministrazione digitale di cui al decreto legislativo 7 marzo 2005, n. 82 e politiche per la transizione digitale;

d) esercizio dei compiti di cui al decreto legislativo 18 maggio 2018, n. 65, di attuazione della direttiva (UE) 2016/1148, nelle materie di competenza, in raccordo con l’Organo centrale di sicurezza ed in collaborazione con la Direzione generale per la sicurezza del suolo e dell’acqua;

e) affari generali, reclutamento e concorsi, riqualificazione ed aggiornamento professionale del personale del Ministero; trattamento giuridico ed economico del personale e dei componenti degli organi collegiali operanti presso il Ministero, e tenuta dei ruoli, della matricola e dei fascicoli personali della dirigenza e del personale non dirigenziale; protezione dei dati personali anche ai sensi del regolamento (UE) 2016/679; supporto al responsabile della prevenzione della corruzione e trasparenza ai sensi dell’articolo 1 della legge 6 novembre 2012, n. 190; protezione dei dati personali anche ai sensi del regolamento (UE) 2016/679 e supporto agli Uffici di diretta collaborazione del Ministro, ai Dipartimenti e alle Direzioni Generali per gli adempimenti in materia di trasparenza;

f) politiche e azioni per il benessere organizzativo e la formazione attiva del personale; relazioni sindacali; politiche e azioni per le pari opportunità nella gestione del personale; organizzazione e gestione dell’Ufficio per il “Comitato unico di garanzia” di cui all’articolo 57 del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165 e dell’Organismo paritetico per l’innovazione;

g) amministrazione e manutenzione degli spazi del Ministero e relativi impianti tecnologici; cura della sede del Ministero; consulenza per le gare e gli acquisti del Ministero; ufficio cassa, gestione dei beni patrimoniali e ufficio del consegnatario;

h) svolgimento, in qualità di datore di lavoro, di tutte le funzioni connesse alla prevenzione, igiene e sicurezza dei luoghi di lavoro nonché alla tutela della salute dei lavoratori secondo quanto previsto dal decreto legislativo 9 aprile 2008, n. 81 e alle attività connesse;

i) gestione del contenzioso relativo al personale; cura dei procedimenti disciplinari per tramite dell’Ufficio per i procedimenti disciplinari di cui all’articolo 55-bis del decreto legislativo 30 marzo 2001, n. 165;

l) gestione dei processi collegati al sistema di misurazione e valutazione della performance organizzativa e individuale e gestione del ciclo della performance, compresa la redazione dei relativi documenti, in funzione di supporto agli Uffici di diretta collaborazione del Ministro e all'Organismo Indipendente di valutazione;

l-bis) redazione delle direttive generali all’ISPRA e alle società in house per il perseguimento dei compiti istituzionali, ed esercizio della vigilanza sull’ISPRA e del controllo analogo sulle attività delle società in house del Ministero, determinando i criteri del suddetto controllo;

l-ter) educazione e formazione ambientale, comunicazione istituzionale e informazione ambientale, redazione del piano di comunicazione annuale ai sensi dell’articolo 11 della legge 7 giugno 2000, n. 150, in raccordo con gli Uffici di diretta collaborazione.

La Direzione generale delle politiche per il personale, l’innovazione e la partecipazione svolge le funzioni di cui all’articolo 10 del decreto del Presidente del Consiglio dei ministri n. 97 del 2019.

Per l’espletamento dei compiti ad essa demandati, la Direzione è articolata nei seguenti sei uffici di livello dirigenziale non generale:

Divisione I — Benessere organizzativo, relazioni sindacali, educazione ambientale e partecipazione

Dirigente:

  • Promozione delle politiche per il benessere del personale, per la formazione permanente e la crescita professionale;
  • Attuazione delle politiche contro le discriminazioni sul lavoro e per la parità di genere, realizzazione del supporto psicologico al personale, organizzazione e gestione dell’Ufficio per il Comitato unico di garanzia, l’Ufficio di Ascolto e il Consigliere di parità; elaborazione del bilancio sociale del Ministero;
  • Individuazione dei bisogni formativi e definizione del piano di formazione, in raccordo con le strutture amministrative del Ministero, nonché pianificazione, progettazione e gestione dei corsi di formazione e dei seminari formativi, e valutazione dell’efficacia degli interventi formativi e gestione della banca dati della formazione;
  • Realizzazione, gestione e promozione di programmi, attività e percorsi di educazione e formazione ambientale, con particolare riferimento al sistema scolastico, al volontariato e all’associazionismo civico, anche mediante il coinvolgimento del personale del Ministero e delle organizzazioni di rappresentanza dei Lavoratori;
  • Supporto al Direttore generale nella gestione delle relazioni sindacali, nelle attività di contrattazione integrativa e nei rapporti con l’Agenzia per la rappresentanza negoziale delle pubbliche amministrazioni (ARAN);
  • Svolgimento delle funzioni di Garante della partecipazione dei cittadini in attuazione delle disposizioni di cui alla legge n. 241 del 1990 e del decreto legislativo n.33 del 2013 in materia di accesso civico e generalizzato;
  • Attuazione della Convenzione di Aarhus sull’accesso alle informazioni, la partecipazione del pubblico ai processi decisionali e l’accesso alla giustizia in materia ambientale.

Divisione II – Stato giuridico del personale

Dirigente:

  • Svolgimento delle funzioni in materia di trattamento giuridico del personale di ruolo, comandato, distaccato, contrattista o posto in posizioni analoghe presso il Ministero;
  • Esecuzione delle funzioni in materia di assunzioni, e procedimenti concorsuali inerenti le attività del ministero;
  • Gestione del sistema di rilevazione delle presenze e rilascio delle tessere di riconoscimento e di accesso al Ministero, predisposizione e aggiornamento informatizzato dei ruoli del personale dirigenziale e non; tenuta e aggiornamento dello stato matricolare e dei fascicoli personali;
  • Gestione dell’anagrafe delle prestazioni, del Bollettino Ufficiale del Ministero, dell’anagrafe del personale e della banca dati dei dirigenti; rilevazione degli incarichi e delle consulenze affidate a soggetti estranei all’amministrazione e cura della relativa banca dati;
  • Gestione della posizione di stato giuridico dei componenti degli organi collegiali operanti presso il Ministero;
  • Coordinamento delle divisioni per la formulazione di proposte normative e per l’esame degli atti di sindacato ispettivo.

Divisione III – Innovazione tecnologica e digitalizzazione

Dirigente: Arch. Gianluigi Nocco

  • Definizione degli indirizzi in tema di sistema informativo unificato e relativa attuazione, gestione dei dati nel portale IPA e gestione delle relazioni con AgID;
  • Coordinamento e gestione del protocollo informatico del Ministero, nonché degli archivi e dei flussi documentali e dei relativi processi di dematerializzazione;
  • Gestione e cura dell’acquisizione dei prodotti hardware e software del Ministero, assistenza tecnica, individuazione ed omogeneizzazione delle piattaforme software e hardware per i sistemi informatici del Ministero sulla base del fabbisogno e delle informazioni acquisite dalle strutture ministeriali; gestione della centrale telefonica del Ministero, ad esclusione dei canoni di utenza telefonica fissa e mobile
  • Sviluppo e gestione dei sistemi informativi del Ministero, delle infrastrutture, delle applicazioni, dei sistemi di servizio e della rete Intranet;
  • Predisposizione dei necessari strumenti a presidio della sicurezza informatica ed elaborazione del Piano triennale per l’informatica e cura del sito web istituzionale;
  • Coordinamento, gestione ed aggiornamento dei sistemi e dei portali cartografici, e per l’informazione geografica, la geolocalizzazione e il telerilevamento, ed assolvimento dei compiti connessi all’attuazione del D. Lgs. n. 32 del 2010 in tema di infrastrutture nazionali per l’informazione territoriale e del monitoraggio ambientale (INSPIRE), anche quale Punto Nazionale di Contatto in ambito UE in raccordo con gli altri uffici competenti del Ministero;
  • Predisposizione dei provvedimenti e degli adempimenti a valenza generale di cui alla vigente normativa in materia di protezione dei dati personali, ed organizzazione dell’Ufficio del Responsabile per la Protezione dei Dati; Organizzazione e gestione dell’Organismo paritetico per l’innovazione;

Divisione IV – Logistica, fabbisogni e prevenzione

Dirigente:

  • Acquisizione e gestione amministrativa degli immobili in uso al Ministero, compresa la manutenzione ordinaria e straordinaria degli stessi, delle superfici interne ed esterne del Ministero, dei relativi impianti tecnologici e l’aggiornamento dei dati contenuti nel Portale PA dell’Agenzia del Demanio;
  • Gestione dei rapporti con l’Agenzia del Demanio, in collaborazione con l’Ufficio di Gabinetto, per il trasferimento del Ministero nella nuova sede di proprietà pubblica; cura dei conseguenti adempimenti;
  • Esercizio delle funzioni del “green manager”; attuazione, monitoraggio e verifica del programma “plastic free” del Ministero e promozioni di politiche a azioni per l’efficientamento energetico della sede del Ministero ed elaborazione del bilancio ambientale del Ministero;
  • Acquisizione di beni e servizi attribuiti alla gestione unificata, con l’esclusione dei prodotti hardware e software, prioritariamente attraverso l’utilizzo delle procedure elettroniche di acquisto, nonché approvvigionamento di beni e servizi funzionali alle esigenze del Ministero;
  • Raccolta, coordinamento ed analisi dei fabbisogni di risorse strumentali al fine di assicurare un’adeguata programmazione ed omogeneità degli approvvigionamenti del Ministero;
  • Organizzazione e gestione degli automezzi e dei relativi servizi accessori, nonché gestione del servizio di garage; gestione dell’organizzazione di convegni ed altri eventi presso il Ministero; gestione dell’Auditorium e delle altre sale di rappresentanza;
  • Attività concernenti il funzionamento dell’ufficio del consegnatario, nonché organizzazione e gestione dei servizi generali di funzionamento del Ministero, e gestione dell’asilo nido; supporto agli Uffici di diretta collaborazione per ogni aspetto logistico;
  • Esercizio delle funzioni di datore di lavoro e di tutte le funzioni connesse alla prevenzione, igiene e sicurezza dei luoghi di lavoro nonché alla tutela della salute dei lavoratori, ed espletamento, in raccordo con il Responsabile del Servizio di prevenzione e protezione, delle funzioni di sicurezza per la sede ministeriale e di gestione dei relativi impianti e attrezzature;
  • Attività concernenti il funzionamento dell’ufficio cassa in collaborazione con la Divisione V.

Divisione V – Bilancio, controllo di gestione, performance

Dirigente: Dott. Pierluca Maceroni

  • Trattamento economico, principale e accessorio, del personale di ruolo, del personale comandato, distaccato o posto in posizioni analoghe o contrattista presso il Ministero, nonché del relativo trattamento pensionistico, indennità di fine rapporto e ricongiunzioni di posizioni lavorative; rilevazione costi del personale; gestione della posizione di stato e del trattamento economico, compresa la liquidazione delle relative missioni, dei componenti degli organi collegiali operanti presso il Ministero;
  • Pubblicazione su internet dei dati relativi alle entrate e alla spesa dei bilanci preventivi e consuntivi nonché dell’indicatore di tempestività dei pagamenti delle PA di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 22 settembre 2014;
  • Gestione delle risorse assegnate sul bilancio del Ministero per il Comando dei Carabinieri per la tutela dell’ambiente e per l’ISPRA e supporto amministrativo alle attività del Nucleo di Valutazione e Verifica degli investimenti pubblici, del Nucleo di Valutazione della Spesa e dell’Organismo Indipendente di Valutazione;
  • Coordinamento delle politiche di bilancio della Direzione generale e supporto alla gestione dei capitoli di bilancio eventualmente delegati ai titolari delle divisioni;
  • Predisposizione del budget economico della Direzione generale e supporto alle Direzioni per le attività afferenti la predisposizione del budget economico e della contabilità economica del Ministero;
  • Supporto alla redazione delle proposte di legge di stabilità e delle proposte di previsione del bilancio annuale e pluriennale e della relativa nota preliminare, degli assestamenti e delle variazioni di bilancio, nonché degli atti concernenti il rendiconto finanziario del Ministero;
  • Coordinamento delle attività di controllo di gestione, anche con funzione di supporto all’Organismo indipendente di valutazione, anche ai fini della redazione del piano della performance, per l’elaborazione di dati economici e finanziari per la programmazione, rendicontazione e comunicazione in ordine alla gestione del bilancio;
  • Supporto al coordinamento delle direzioni generali per gli adempimenti connessi al ciclo delle performance e per le relative attività di pianificazione;
  • Supporto giuridico alla Direzione e agli altri centri di responsabilità amministrativa del Ministero per lo svolgimento delle procedure di affidamento ed esecuzione dei contratti di competenza del Ministero, ed azioni per garantire l’uniformità in materia di contratti di acquisto di beni e servizi e consulenza alle gare e agli acquisiti con riferimento all’individuazione della tipologia di affidamento, alla predisposizione del bando di gara, del disciplinare, del capitolato e del contratto e degli atti relativi al collaudo, sulla base dei criteri tecnici definiti dai titolari dei centri di responsabilità.

Divisione VI – Ufficio legale, trasparenza, comunicazione, vigilanza

Dirigente: Dott.ssa Emma Stea

  • Svolgimento delle funzioni dell’Ufficio per la comunicazione e per le relazioni con il pubblico (URP) di cui all’articolo 8 della Legge 7 giugno 2000, n. 150; informazioni e orientamento su organizzazione, attività, norme e servizi del Ministero nonché supporto all’esercizio del diritto di informazione, e raccolta di suggerimenti e reclami per disservizi del Ministero;
  • Gestione dei compiti relativi alla comunicazione istituzionale e informazione ambientale, redazione del piano di comunicazione annuale ai sensi dell’articolo 11 della legge 7 giugno 2000, n. 150, in raccordo con gli Uffici di diretta collaborazione;
  • Gestione del sito internet del Ministero “casa di vetro” e coordinamento dei siti internet e dei portali connessi al Ministero dell’Ambiente; coordinamento del portale trasparenza, di cui al decreto-legge n. 111 del 2019, convertito con modificazioni dalla legge n. 141 del 2019, in raccordo con ISPRA;
  • Monitoraggio, verifica e vigilanza sulla corretta attuazione del “Decreto Trasparenza” e delle misure di cui al Decreto ministeriale 1 agosto 2018 n. 257 anche con riferimento agli enti vigilati e alle società in-house;
  • Adempimenti inerenti gli obblighi di pubblicità, trasparenza e diffusione di informazioni da parte delle pubbliche amministrazioni, monitoraggio dello stato di attuazione degli obblighi di pubblicazione previsti dalla normativa sulla trasparenza e supporto all’Ufficio di Gabinetto per gli adempimenti relativi alla normativa sulla trasparenza e le incompatibilità ed inconferibilità;
  • Coordinamento dei riscontri agli esposti e alle petizioni dei cittadini e delle associazioni;
  • Supporto al Responsabile della prevenzione della corruzione per la elaborazione del Piano della prevenzione della corruzione e le attività di prevenzione e repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione e per le relative azioni di monitoraggio e verifica e gestione del sistema di segnalazione di illeciti (c.d. whistleblowing) di cui al decreto legislativo n. 90 del 2017;
  • Supporto giuridico-legale alla Direzione e agli altri centri di responsabilità amministrativa del Ministero per la gestione del contenzioso del lavoro, compreso quello costituzionale, comunitario e internazionale; definizione di criteri per l’uniforme esercizio delle azioni di risarcimento e per l’uniforme gestione del contenzioso;
  • Gestione della materia relativa ai procedimenti disciplinari e attività ispettiva, e coordinamento dei rapporti con la Corte dei Conti in materia di responsabilità per danno erariale; predisposizione delle relazioni relative ai ricorsi al Consiglio di Stato, al TAR e ai ricorsi straordinari al Presidente della Repubblica, nonché relative ad ogni procedimento giudiziario in cui il Ministero è coinvolto per le materie di competenza della Direzione;
  • Esercizio dei compiti di vigilanza e controllo nei confronti dell’ISPRA e delle società in house per il perseguimento dei compiti istituzionali, nonché dei compiti di controllo analogo sulle attività delle società in house del Ministero determinando i criteri del suddetto controllo.