Tu sei qui

IRAN - Bando per l’acquisizione di strumenti e equipaggiamenti per la refrigerazione da fornire a centri di formazione sull’utilizzo di refrigeranti nel quadro degli impegni di riduzione delle sostanze ozono-lesive del paese nel Protocollo di Montreal

Stazione Appaltante: United Nations Industrial Development Organization (UNIDO)
Descrizione dell’ attività: Il bando prevede la fornitura di strumenti e equipaggiamenti per la refrigerazione da fornire a 6 centri di formazione in Iran. I materiali richiesti (anelli di blocco, maniche di rinforzo, manometri, unità di condizionamento split GSC 18 FG6, attrezzature per il prefiltraggio per unità di recupero universali, ecc.) sono destinati a supportare la formazione sull’utilizzo di refrigeranti a basso potenziale di surriscaldamento globale, in particolare nel settore delle schiume industriali.
Il miglioramento della capacità di questi Centri di formazione fa parte delle misure finanziate dal Fondo Multilaterale per l’attuazione del Protocollo di Montreal in Iran e si inserisce nella II Fase del Piano Nazionale iraniano di Eliminazione degli Idroclorofluorocarburi (HCFC) che ha l’obiettivo di contribuire alla riduzione, entro il 2023, del 75% del consumo di HCFC rispetto al 2009-2010, garantendo così il raggiungimento degli obiettivi di riduzione delle sostanze ozono-lesive concordati dall’Iran nel quadro del Protocollo di Montreal.
La II Fase del Piano di Eliminazione degli HCFC in Iran è stata approvata a livello internazionale a fine 2016. Al progetto partecipa anche l’Italia, con una quota del contributo obbligatorio che versa annualmente al Fondo Multilaterale per l’attuazione del Protocollo di Montreal. A riguardo, è previsto che a breve siano pubblicati da UNIDO anche bandi per la riconversione industriale delle imprese iraniane che lavorano nel settore delle schiume industriali al poliuretano.
Luogo: Repubblica Islamica d’Iran
Soggetti eleggibili: Aziende produttrici e fornitrici di equipaggiamenti e strumenti per la formazione dei tecnici della refrigerazione.
Requisiti addizionali: il fornitore deve a) fornire una garanzia di almeno un anno sulle forniture, a partire dalla data di rilascio del Certificato di ispezione e accettazione; b) garantire che, nel caso il materiale non sia conforme alle specifiche tecniche definite nel contratto, esso venga riparato o rimpiazzato entro tre mesi nel quadro della citata garanzia; c) garantire la consegna immediata delle forniture alla firma del contratto e comunque non oltre i sei mesi dalla firma dello stesso; d) iscriversi all’”UNIDO procurement portal”.  Si rappresenta la necessità di considerare la capacità dei fornitori di ottemperare agli impegni di consegna del materiale anche alla luce delle correnti sanzioni finanziarie USA per la Repubblica Islamica di Iran.
Importo del servizio: l’offerta sarà valutata sulla base di una doppia fase di valutazione: 1) valutazione dell’offerta tecnica rispetto alle specifiche tecniche definite nel bando; 2) valutazione dei prezzi associati alle singole offerte. 
Valuta: United States Dollars (USD)
Lingua in cui deve essere presentata l’offerta: Inglese
Luogo di consegna: le offerte devono essere inviate in formato elettronico al portale di e-Procurement di UNIDO: https://procurement.unido.org/ . Si raccomanda di familiarizzare con il sistema prima di inviare l’offerta e di consultare a tal fine la “Bidder Access Guide”.
Contatti: UNIDO Procurement Team, Tel.  +43 1 26026 4608 (dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:30 e dalle 14:00 alle 17:30). In caso di intenzione di inviare un offerta, UNIDO raccomanda di informare con almeno 3 giorni di anticipo  Mr. Michael Dethlefsen (M.Dethlefsen@unido.org) e Ms. Stephanie Hasenoehrl (S.Hasenoehrl@unido.org)

Link:
Link al bando
Istruzioni per gli offerenti
Specifiche tecniche
Guida per accede al portale UNIDO sui bandi

Per ulteriori informazioni consultare le pagine:

  • Per ulteriori informazioni sulla collaborazione con l’Iran cliccare QUI
  • Per informazioni sul contributo del MATTM al Fondo Multilaterale per l’Attuazione del Protocollo di Montreal cliccare QUI

Scadenza: 19 aprile 2019 ore 16:00 CET