Tu sei qui

L2 - Indirizzo e coordinamento degli adempimenti connessi alla valutazione e gestione del rischio di alluvioni

 

L2 - Indirizzo e coordinamento degli adempimenti connessi alla valutazione e gestione del rischio di alluvioni

La linea di intervento si propone di sviluppare e potenziare, nel corso del secondo ciclo di pianificazione di gestione del rischio alluvioni (2016-2021) ex Direttiva 2007/60/CE, la governance delle istituzioni coinvolte nei processi di pianificazione e gestione del rischio di alluvioni, anche in considerazione della costituzione delle autorità di bacino distrettuali come disciplinate dalla Legge 28 dicembre 2015 n.221 (Collegato Ambientale).

In particolare, sarà fornito supporto alle Amministrazioni regionali e alle Autorità di bacino distrettuali attraverso l’elaborazione di linee di indirizzo e metodologie specifiche e la realizzazione di casi di studio e di azioni di affiancamento istituzionale on desk e in loco, rivolte alle Regioni meno sviluppate e destinate agli operatori pubblici delle Amministrazioni regionali e delle Autorità di bacino distrettuali, concordate con le Autorità di bacino distrettuali interessate alla pianificazione di settore per la gestione del rischio di alluvioni e al processo di programmazione e progettazione di interventi integrati per la mitigazione del rischio e la tutela e il recupero degli ecosistemi e della biodiversità.

Risultati attesi

•    Rafforzamento della capacità amministrativa e tecnica di tutti i soggetti competenti in materia per garantire, a livello nazionale:

• omogeneità nella progressiva integrazione degli strumenti di pianificazione di settore nel PGRA (Piano di Gestione Rischio Alluvioni) e nel coordinamento e raccordo di tale
    Piano con la programmazione;
• omogeneità nella valutazione del rischio associato a ciascuno degli scenari previsti dalla direttiva;
• omogeneità nella valutazione delle conseguenze negative derivanti dalle alluvioni nell’ambito degli stessi scenari, il tutto tenendo conto della problematica connessa ai
    cambiamenti climatici.

•    Miglioramento e integrazione della pianificazione di gestione del rischio di alluvioni ai sensi della direttiva 2007/60/CE.

•    Rafforzamento della capacità amministrativa e tecnica di tutti i soggetti competenti in materia volta a favorire l’introduzione di un modello valutativo omogeneo e oggettivo.

 

Eventi


“I Contratti di Fiume come strumento per la salvaguardia dal rischio idraulico”
Venerdì 4 dicembre, un webinar per discutere ed analizzare come gestire il rischio da alluvioni attraverso i Contratti di Fiume in conformità alle finalità dei Piani di Gestione.

Il 4 dicembre dalle ore 9.30 alle ore 13.00 si svolgerà il Workshop, in modalità webinar, dal titolo “Contratti di Fiume come strumento per la salvaguardia dal rischio idraulico”. L’evento è realizzato nell’ambito del progetto Mettiamoci in RIGA- Linea 2 “Indirizzo e coordinamento degli adempimenti connessi alla valutazione e gestione del rischio di alluvioni” in sinergia con l’Osservatorio Nazionale dei Contratti di Fiume (progetto CReIAMO PA - Linea 6 WP2).

Il secondo ciclo di pianificazione per la definizione dei Piani di Gestione del Rischio di Alluvioni (PGRA) si avvia alla conclusione, protagoniste sono le Autorità di bacino distrettuale chiamate nel 2021 a coordinare, ognuna sul proprio territorio di riferimento, le misure per ridurre e gestire i rischi derivanti dalle alluvioni soprattutto per la vita e la salute umana, l’ambiente, il patrimonio culturale, l’attività economica e le infrastrutture.

I Contratti di Fiume, in quanto «strumenti volontari di programmazione strategica e negoziata che perseguono la tutela e la corretta gestione delle risorse idriche e la valorizzazione dei territori fluviali, unitamente alla salvaguardia dal rischio idraulico» (D. Lgs. n. 152/2006, art. 68 bis), si rivelano, quindi, come contesti ideali per gestire in modo efficace, attraverso approcci integrati e partecipati, la gestione dei rischi da alluvioni e allagamenti.

Il webinar mira a mettere in evidenza come, attraverso questi strumenti partecipati, sia possibile realizzare azioni integrate in grado di ridurre gli effetti negativi delle alluvioni, in linea con le finalità dei PGRA.

La prima parte dell’evento illustrerà le azioni nazionali e le prospettive dei Contratti di Fiume, nella seconda parte si darà voce alle Autorità di bacino distrettuale che, attraverso casi e esempi concreti sui loro territori, illustreranno in che modo i Contratti di Fiume possono contribuire ad affrontare la gestione del rischio a cui gli strumenti pianificatori sono chiamati a rispondere.

Interverranno: Giuseppe Travìa, Dirigente della Divisione II “Prevenzione e mitigazione del rischio idrogeologico” - DG SUA del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; Teresa Federico, DG SUA del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare; Mario Clerici, Comitato di Indirizzo dell’Osservatorio Nazionale dei Contratti di Fiume; Meuccio Berselli, Segretario Generale Autorità di Bacino Distrettuale del Fiume Po; Giulio Conte, Osservatorio Nazionale dei Contratti di Fiume; Giancarlo Gusmaroli, Osservatorio Nazionale dei Contratti di Fiume; Roberto Spicchi, Autorità di Bacino Distrettuale dell'Appennino Settentrionale; Giovanni Fangucci, Autorità di Bacino Distrettuale dell'Appennino Centrale; Massimiliano Filabozzi, Coordinatore tecnico Contratto di Fiume Media Valle del Tevere; Gianluigi Mancosu, Autorità di Bacino Regionale della Sardegna;.

Scarica il programma

L’iniziativa rientra nelle attività di cui alla Linea di intervento 2 “Indirizzo e coordinamento degli adempimenti connessi alla valutazione e gestione del rischio di alluvioni” del Progetto Mettiamoci in RIGA – Rafforzamento Integrato Governance Ambientale  finanziato nell’ambito del Programma Operativo Nazionale PON Governance e Capacità Istituzionale 2014‐2020 ed è stata organizzata nell’ambito delle sinergie con l’Osservatorio Nazionale dei Contratti di Fiume della Linea di intervento L6‐WP2 "Gestione integrata e partecipata dei bacini/sottobacini idrografici" relativa al Progetto CReIAMO PA “Competenze e Reti per l’Integrazione Ambientale e per il Miglioramento delle Organizzazioni della PA”, finanziato nell'ambito del Programma Operativo Nazionale PON Governance e Capacità Istituzionale 2014‐2020.

L’attività è svolta dal MATTM con il supporto operativo e tecnico-scientifico di Sogesid S.p.A.

Informazioni di sintesi

- Quando: 4 dicembre 2020 ore 9.30
- Dove: Videoconferenza
- Direzione competente: DG SuA
- Tipologia evento: Workshop
- Evento rivolto a: Dirigenti delle Autorità Distrettuale.

 


Alluvioni - Tavolo tecnico con tutte le Autorità di Bacino Distrettuale "Riesame e aggiornamento dei Piani di Gestione del Rischio di Alluvioni (PGRA) nel secondo ciclo di pianificazione in vista delle Conferenze Istituzionali Permanenti di dicembre 2020" webinar 30 novembre 2020

Lunedì 30 novembre si svolgerà il Tavolo tecnico, in modalità videoconferenza,che vede protagonisti tutte le Autorità di Bacino Distrettuale e l’Unità tecnica di Supporto del progetto Mettiamoci in RIGA - L2 oltre il Ministero dell’Ambiente e del Tutela del Territorio e del Mare, l’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale (ISPRA) e il Dipartimento della Protezione Civile Nazionale.

Obiettivo dell’incontro è il confronto sul tema:

  • Riesame ed aggiornamento dei Piani di Gestione del Rischio di Alluvioni (PGRA) nel secondo ciclo di pianificazione in vista delle Conferenze Istituzionali Permanenti di dicembre 2020".

 Il tavolo tecnico si svolge nell’ambito della linea d’intervento 2 (attività A2.1) del progetto “Mettiamoci in RIGA – Rafforzamento Integrato Governance Ambientale”, attuata dal Ministero dell’Ambiente per incrementare il livello di governance delle istituzioni coinvolte nei processi di pianificazione e gestione del rischio di alluvioni.

Informazioni di sintesi

- Quando: 30 novembre 2020 ore 10
- Dove: Videoconferenza
- Direzione competente: DG SuA
- Tipologia evento: tavolo tecnico
- Evento rivolto a: Dirigenti delle Autorità Distrettuale.

Clicca qui per il programma

 

Archivio Eventi

 

Notizie


Alluvioni – Workshop a distanza con Autorità di Bacino Po “Consumo di suolo e rischio alluvioni - scarsità e qualità della risorsa idrica: le nuove sfide per il Distretto Idrografico del Fiume Po” webinar 28 settembre 2020

Lunedì 28 settembre, in modalità webinar si è svolto il workshop a distanza organizzato dall’Unità tecnica di Supporto del progetto Mettiamoci in RIGA - L2 in collaborazione con l’Autorità di Bacino del Fiume Po sulle seguenti tematiche:

 “Consumo di suolo e rischio alluvioni - scarsità e qualità della risorsa idrica: le nuove sfide per il Distretto Idrografico del Fiume Po” nell’ambito del processo di riesame della pianificazione di Distretto.

L’evento si è svolto nell’ambito della linea d’intervento 2 (attività A2.1) del progetto “Mettiamoci in RIGA – Rafforzamento Integrato Governance Ambientale”, attuata dal Ministero dell’Ambiente per incrementare il livello di governance delle istituzioni coinvolte nei processi di pianificazione e gestione del rischio di alluvioni.

Vengono di seguito pubblicate le presentazioni dei vari relatori. 

  1. Stato ed evoluzione del consumo di suolo nel Distretto Idrografico del Fiume Po - Michele Munafò – ISPRA
  2. Stato di avanzamento dell’aggiornamento del PGRA con particolare riferimento alla rappresentazione delle mappe di pericolosità e rischio di alluvione e alle relative disposizioni normative - Andrea Colombo – Autorità di bacino distrettuale Po
  3. Scenari e prospettive per il futuro: Gli effetti del cambiamento territoriale sul rischio di allagamento - Attilio Castellarin
  4. Stato di avanzamento dell'aggiornamento del PdGPo e del PBI  - Uso delle acque e inquinanti emergenti - Fernanda Moroni, Claudia Vezzani, Elena Barbieri, Daniela Giuliano
  5. Gestione degli eventi di siccità e scarsità idrica: quali strumenti? - Dr. Stefano Mariani, Ing. Giovanni Braca, Ing. Barbara Lastoria, Ing. Francesca Piva e Ing. Martina Bussettini – ISPRA, BIO-ACAS
  6. Scarsità e qualità della risorsa idrica SCENARI E PROSPETTIVE PER IL FUTURO Lo sviluppo delle infrastrutture idriche e del riuso delle acque reflue depurate per un uso sostenibile e resiliente delle acque - Prof. Ing. Attilio Toscano Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari (DISTAL) Alma Mater Studiorum –Università di Bologna
  7. boDEREC-CE: BOARD FOR DETECTION AND ASSESSMENT OF PHARMACEUTICAL DRUG RESIDUES IN DRINKING WATER - CAPACITY BUILDING FOR WATER MANAGEMENT IN CE Autorità di Bacino Distrettuale del fiume Po - Beatrice Bertolo
  8. Rischio da dinamica morfologica e valutazione delle dinamiche del sedimento Fiume Taro e fiume Marecchia: aggiornamenti e innovazioni - Dott. Tommaso Simonelli

 

Archivio Notizie