Tu sei qui

L4 - Diffusione e utilizzo del LCA per un uso efficiente delle risorse

 

L4 - Diffusione e utilizzo del LCA per un uso efficiente delle risorse

La linea di intervento intende fornire metodi valutativi, strumenti e competenze a sostegno della diffusione e dell’utilizzo del LCA (Life Cycle Assessment) per un miglior uso delle risorse, coerentemente con i principi dell’economia circolare. La mancanza di una banca dati che abbia caratteristiche di qualità, trasparenza, accessibilità e confrontabilità rende gli studi di LCA (e anche gli strumenti che ne derivano) costosi e non confrontabili. Per rispondere a queste esigenze sarà realizzata una banca dati nazionale LCA come nodo della banca dati europea gestita dal Joint Research Center di ISPRA.

A seguito dell’analisi e della raccolta dati, funzionali alla costruzione della banca dati, verrà definito e realizzato un sistema informatico per l’accesso ai dati che potranno essere utilizzati sia dai diversi operatori pubblici, sia dai soggetti privati, in relazione alla sviluppo degli “appalti verdi” e delle azioni previste dall’articolo 21 della legge 221/2015, in ordine al “Made Green Italy” (comma art.21) e al Piano d’azione consumo e produzione sostenibile (Art.21 comma.4).

Risultati attesi

•  Rafforzamento della cooperazione tra amministrazioni e tra queste e il settore privato ai fini di realizzare interventi attraverso l’analisi accurata del costo del ciclo di vita di prodotti, servizi, opere.
•  Miglioramento delle competenze tecniche in materia di LCA funzionali ad analisi di impatto costi/benefici per la realizzazione di infrastrutture e di altre opere pubbliche.

 

Eventi


 

 

Archivio Eventi

 

Notizie


Ciclo di vita dei prodotti: Pa e stakeholder a confronto su applicazione LCC in procedure d’acquisto

Il 4 giugno si è svolto l’approfondimento tecnico nell’ambito della Linea 4 di Mettiamoci in RIGA 

Roma, 5 giugno - L’appuntamento del 4 giugno "Dalla valutazione degli impatti ambientali alla sperimentazione del LCC negli appalti pubblici"  ha rappresentato un utile confronto tecnico tra Pubbliche amministrazioni (rappresentanti del MATTM, delle Regioni e delle Città Metropolitane) e diversi stakeholders (ENEA, Associazione ITACA, Unioncamere, e associazioni di categoria e aziende private) riguardo alle metodologie che saranno utilizzate per lo sviluppo degli studi pilota sull’applicazione dell’LCC in procedure di acquisto della PA, e delle filiere che saranno analizzate e andranno a costituire la Banca Dati LCA.

Dopo una prima parte, a cura di ENEA, dedicata all’approfondimento tecnico relativo alla costruzione della Banca Dati LCA e la presentazione della filiera pilota (arredamento scolastico), l’UTS della linea L4 è passato alla spiegazione della procedura che sarà seguita per l’applicazione della metodologia LCC al settore della ceramica: particolare attenzione è stata posta ai criteri che hanno portato a questa scelta, che prevede d sviluppare una bozza di bando di gara che consenta di selezionare il prodotto sulla base del costo di ciclo di vita più basso.

È seguita una tavola rotonda in cui sono state presentate le esperienze di applicazione delle metodologie LCA e LCC nella Regione Veneto, nella Regione Sardegna e dall’Agenzia per l’Energia della Provincia Autonoma di Bolzano – CASA CLIMA.

In conclusione, i partecipanti intervenuti con domande e considerazioni, hanno sottolineato la necessità che allo studio che si sta conducendo, sia affiancato un coordinamento da parte del Ministero in modo da poter valorizzare e rendere sistemiche le esperienze sviluppate dalle Regioni, dal mondo accademico e della ricerca e dalle Amministrazioni nazionali.

 


Ciclo di vita di beni e servizi, 11 dicembre il primo workshop L4 Mettiamoci in RIGA

Obiettivo incoraggiare l’applicazione di LCA e LCC nei processi di governance del settore acquisti

Roma, 9 dicembre - Mercoledì 11 dicembre, presso la sala auditorium del Ministero dell’Ambiente, si svolgerà il workshop dal titolo: "La valutazione degli impatti ambientali lungo il ciclo di vita di beni e servizi". Questo evento rappresenta il primo appuntamento della linea L4, mirato a sviluppare le competenze tecniche sul costo del ciclo di vita del prodotto. La linea L4 del progetto Mettiamoci in RIGA ha come obiettivo incoraggiare l’applicazione dell’Life Cycle Assessment (LCA) e dell’Life Cycle Costing (LCC) nei processi di governance, in particolare nel settore degli acquisti. Durante l’intera durata del progetto si intende coinvolgere le amministrazioni pubbliche in un processo che permetta la definizione e valorizzazione delle performance ambientali dei prodotti, servizi e lavori oggetto di appalti pubblici, in modo che sia possibile poter valutare, in fase di costruzione dell’appalto, non solo la componente “prezzo”, ma tutti gli aspetti che hanno impatti sull’ambiente, e poter decidere, in modo trasparente ed in un’ottica costi/benefici, quale offerta sia la più adeguata. L'incontro, che metterà a confronto soggetti della pubblica amministrazione, università italiane, enti di ricerca e settore privato (associazioni di categoria, Confindustria e società di consulenza), è finalizzato a trasferire conoscenze teoriche e pratiche, in grado di fornire maggiore conoscenza nei confronti delle metodologie LCA e LCC e delle loro applicazioni che ne evidenziano la funzionalità e le potenzialità di utilizzo.

Presentazioni 

 

Archivio Notizie