Tu sei qui

LQS2 – Rafforzamento della capacità amministrativa in materia di VInCA

LQS2 – Rafforzamento della capacità amministrativa in materia di VInCA

La valutazione d'incidenza (VIncA) è il procedimento di carattere preventivo al quale è necessario sottoporre qualsiasi piano o progetto che possa avere incidenze significative sulla biodiversità di un sito (o proposto sito) della rete Natura 2000. Costituisce lo strumento per garantire il raggiungimento di un rapporto equilibrato tra la conservazione soddisfacente degli habitat e delle specie e l'uso sostenibile del territorio.

L’esperienza dimostra che per raggiungere gli standard qualitativi auspicati per l’applicazione efficace della VIncA occorre innescare meccanismi di diffusione, condivisione e divulgazione di buone pratiche tra i soggetti pubblici responsabili. Occorre inoltre attivare azioni per la messa in rete delle conoscenze e delle esperienze delle Regioni e delle Province Autonome e delle altre Autorità delegate alla VIncA per poter ampliare la base conoscitiva per una efficace e trasparente applicazione della Direttiva Habitat (art. 6 commi 3 e 4) a livello nazionale.

La presente linea di intervento si articola in due macro fasi che si svilupperanno nell’intero arco temporale del progetto.

La prima fase di attuazione prevede la condivisione, diffusione e divulgazione delle esperienze territoriali. Le tematiche trattate riguarderanno diversi aspetti quali: criticità e potenzialità dello strumento di valutazione ambientale VIncA attinenti le diverse fasi del processo, dalle indagini e monitoraggi conoscitivi, alla descrizione completa delle incidenze sugli habitat e sulle specie di interesse comunitario, nonché le misure di compensazione e di mitigazione. Saranno prodotti documenti di indirizzo sulle tematiche oggetto dei seminari e degli scambi di esperienza.

La seconda fase consisterà in focus di approfondimento su casi e tematismi specifici evidenziati dai territori.

Le azioni previste nella presente linea di intervento saranno realizzate in sinergia con l’intervento “Azioni a favore del rafforzamento della governance e della gestione efficace della Rete Natura 2000 (attuazione dell’art. 6 commi 1 e 2 della Direttiva 92/43/CEE “Habitat”)” proposto nell’ambito dell’Asse 3 Azione 3.1.1 del PON Governance e Capacità Istituzionale.

Risultati attesi

•   Rafforzamento della capacità amministrativa dei soggetti delegati alla VInCA per il miglioramento dell’efficacia e l’efficienza della procedura di valutazione a livello nazionale e regionale, anche in coerenza con gli obiettivi individuati nella Strategia Nazionale per la Biodiversità.
•   Rafforzamento dei processi partecipativi attraverso lo sviluppo di una rete nazionale per la condivisione delle esperienze territoriali e una maggiore partecipazione dal basso. Con la condivisione e la diffusione delle conoscenze ed esperienze locali in ambito di VIncA, le Regioni e gli altri soggetti delegati, in qualità di soggetti pubblici responsabili, potranno diventare i principali attori nel processo di rafforzamento della propria capacità amministrativa e di azione nell’applicazione efficace dei commi 3 e 4 dell’art.6 della Direttiva Habitat.

 

Notizie


Scambio di esperienze “La Valutazione di Incidenza dei siti Natura 2000 con Autorità competenti diverse”
Perugia 17 – 18 ottobre 2019

Nei giorni 17 e 18 ottobre 2019 si è tenuto presso la sede della Regione Umbria di Palazzo Donini il IV scambio di esperienze della Linea di intervento dedicata al Rafforzamento della capacità amministrativa in materia di Valutazione di Incidenza (VIncA), rivolto ai rappresentanti delle Regioni e Province Autonome e alle Autorità da esse delegate.

L’incontro ha affrontato il tema della Valutazione di Incidenza nelle situazioni che possono insistere all’interno dei confini di una medesima Regione o Provincia Autonoma, ovvero lungo i confini amministrativi di Regioni diverse, in cui siano territorialmente coinvolte diverse Autorità competenti. Tali condizioni, peraltro, si possono verificare sia per la collocazione geografica dell’intervento (situazione di contiguità e/o prossimità tra siti Natura 2000 diversi) sia per effetto delle diverse disposizioni normative e regolamentari che individuano le Autorità competenti per la VIncA.

Il Dirigente del Servizio Foreste, montagna, sistemi naturalistici della Regione Umbria, Dott. Grohmann e il Dott. Vetrano della Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, hanno introdotto i lavori evidenziando le opportunità che il PON Governance 2014-2020 sta offrendo alle Pubbliche Amministrazioni. L’impegno delle singole persone e lo sforzo comune di “superare” i confini amministrativi - peculiarità dei temi ambientali - permette di rendere sinergica l’interazione tra diverse linee di intervento e rafforzare la capacità amministrativa e la sensibilizzazione dei policy maker a vari livelli.

Nelle due sessioni in cui sono stati articolati i lavori, sono state presentate esperienze e poste in evidenza buone pratiche, problematiche e prospettive, provenienti dai territori dell’Italia centrale e meridionale. Queste hanno dato luogo a stimolanti discussioni e proposte di soluzioni per il superamento delle criticità ed hanno offerto opportunità per future collaborazioni tra vari Soggetti coinvolti.

Visualizza le presentazioni

Galleria fotografica