LQS2 – Rafforzamento della capacità amministrativa in materia di VInCA

La valutazione d'incidenza (VIncA) è il procedimento di carattere preventivo al quale è necessario sottoporre qualsiasi piano o progetto che possa avere incidenze significative sulla biodiversità di un sito (o proposto sito) della rete Natura 2000. Costituisce lo strumento per garantire il raggiungimento di un rapporto equilibrato tra la conservazione soddisfacente degli habitat e delle specie e l'uso sostenibile del territorio.

L’esperienza dimostra che per raggiungere gli standard qualitativi auspicati per l’applicazione efficace della VIncA occorre innescare meccanismi di diffusione, condivisione e divulgazione di buone pratiche tra i soggetti pubblici responsabili. Occorre inoltre attivare azioni per la messa in rete delle conoscenze e delle esperienze delle Regioni e delle Province Autonome e delle altre Autorità delegate alla VIncA per poter ampliare la base conoscitiva per una efficace e trasparente applicazione della Direttiva Habitat (art. 6 commi 3 e 4) a livello nazionale.

La presente linea di intervento si articola in due macro fasi che si svilupperanno nell’intero arco temporale del progetto.

La prima fase di attuazione prevede la condivisione, diffusione e divulgazione delle esperienze territoriali. Le tematiche trattate riguarderanno diversi aspetti quali: criticità e potenzialità dello strumento di valutazione ambientale VIncA attinenti le diverse fasi del processo, dalle indagini e monitoraggi conoscitivi, alla descrizione completa delle incidenze sugli habitat e sulle specie di interesse comunitario, nonché le misure di compensazione e di mitigazione. Saranno prodotti documenti di indirizzo sulle tematiche oggetto dei seminari e degli scambi di esperienza.

La seconda fase consisterà in focus di approfondimento su casi e tematismi specifici evidenziati dai territori.

Le azioni previste nella presente linea di intervento saranno realizzate in sinergia con l’intervento “Azioni a favore del rafforzamento della governance e della gestione efficace della Rete Natura 2000 (attuazione dell’art. 6 commi 1 e 2 della Direttiva 92/43/CEE “Habitat”)” proposto nell’ambito dell’Asse 3 Azione 3.1.1 del PON Governance e Capacità Istituzionale.

Risultati attesi

•   Rafforzamento della capacità amministrativa dei soggetti delegati alla VInCA per il miglioramento dell’efficacia e l’efficienza della procedura di valutazione a livello nazionale e regionale, anche in coerenza con gli obiettivi individuati nella Strategia Nazionale per la Biodiversità.
•   Rafforzamento dei processi partecipativi attraverso lo sviluppo di una rete nazionale per la condivisione delle esperienze territoriali e una maggiore partecipazione dal basso. Con la condivisione e la diffusione delle conoscenze ed esperienze locali in ambito di VIncA, le Regioni e gli altri soggetti delegati, in qualità di soggetti pubblici responsabili, potranno diventare i principali attori nel processo di rafforzamento della propria capacità amministrativa e di azione nell’applicazione efficace dei commi 3 e 4 dell’art.6 della Direttiva Habitat.

 

Eventi


Rafforzamento capacità amministrativa in materia di VIncA – Seminario 11 luglio a Roma

Il rafforzamento dell’efficacia e dell’efficienza della procedura di Valutazione di Incidenza (VIncA) a livello centrale e periferico, uno degli obiettivi specifici individuati dalla Strategia Nazionale per la Biodiversità (SNB), costituisce una delle linee di intervento del progetto CReIAMO PA, che vede il Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare (MATTM), Direzione per la Protezione della Natura e del Mare (DPNM) come soggetto beneficiario, affiancato da Sogesid SpA come soggetto attuatore.

Il primo Seminario dà avvio alla linea di intervento LQS2 ed è destinato agli Uffici regionali competenti in materia di VIncA ed al sistema nazionale delle Aree Protette.

Il seminario si svolgerà mercoledì 11 luglio a Roma, presso la sede del Ministero, in via Capitan Bavastro, 174, nell’auditorium; informazioni dettagliate nel programma disponibile in fondo al testo.

Nella giornata saranno illustrate dal Ministero le tappe ed i concetti fondamentali delle attività istituzionali che delineano il contesto di riferimento ed i principali fabbisogni della Valutazione di Incidenza in Italia. In particolare, verrà sottolineata la stretta connessione e la necessaria coerenza tra i vari processi che riguardano l’attuazione della Rete Natura 2000 (monitoraggio, obiettivi e misure di conservazione, VIncA), nonché il ruolo strategico delle Aree Protette Nazionali. Su tali basi saranno illustrati gli obiettivi, le opportunità e gli strumenti della specifica linea di intervento nel contesto del progetto CReIAMO PA. Sarà dato altresì ampio spazio alle esperienze territoriali.

Programma

 

Notizie


Scambio di esperienze “Valutazione di Incidenza e Aree Protette Nazionali: buone pratiche e criticità” 
Pantelleria 22 - 23 novembre 2018 - Castello di Pantelleria - Parco Nazionale Isola di Pantelleria

Nel contesto del progetto CReIAMO PA – Linea di intervento LQS2, Rafforzamento della capacità amministrativa in materia di Valutazione di Incidenza (VIncA) - si è tenuto a Pantelleria il primo “scambio di esperienze” articolato in due giornate di lavoro sul tema della VIncA finalizzato alla condivisione degli aspetti tecnici, metodologici e procedurali che coinvolgono anche le Aree Protette Nazionali.

L’evento, grazie alla disponibilità offerta dall’Ente Parco “Isola di Pantelleria”, ultimo Parco Nazionale istituito e primo appartenente alla Regione Autonoma Siciliana, si è tenuto presso il Castello “Barbacane” di Pantelleria.

L’incontro, che ha coinvolto Regioni, Aree Protette ed altri attori del settore, ha suscitato vivo interesse ed ha rafforzato l’esigenza di un costante dialogo e confronto per il miglioramento della governance.

A partire da quanto previsto dall’articolo 5 comma 7 del D.P.R. 357/97 e s.m.i., sono state illustrate le metodologie, le buone pratiche e le criticità, riscontrate nei territori di quattordici Aree Protette Nazionali, anche in considerazione delle diverse ed articolate normative regionali presenti sul territorio nazionale in materia di Valutazione di Incidenza. Tra i temi trattati, è stato affrontato anche il rapporto delle istruttorie tra il parere di Valutazione di Incidenza ed il Nulla Osta rilasciato dai Parchi Nazionali ai sensi dell’articolo 13 della L. 394/91.

Nelle due giornate di lavoro è stato possibile confrontare le esperienze territoriali attraverso la presentazione di casi studio, organizzati in un percorso di quattro sessioni distribuite per ambito geografico e regione amministrativa.

Ogni sessione ha dato luogo ad un ricco e proficuo dibattito, all’interno del quale i contenuti delle “Linee Guida Nazionali sulla Valutazione di Incidenza”, elaborate dal Gruppo di Lavoro Regioni MATTM/PNM, sono stati spesso richiamati come utile riferimento per il superamento di situazioni al momento eterogenee sul territorio nazionale.

Le Linee Guida infatti faranno tesoro di quanto espresso nel nuovo documento di indirizzo sull’articolo 6 della Direttiva Habitat adottato dalla Commissione Europea il 21 novembre 2018 e pubblicato, anche in italiano, al seguente link http://ec.europa.eu/environment/nature/natura2000/management/guidance_en.htm e costituiranno un punto di partenza condiviso per un tema di grande rilevanza istituzionale.

Presentazioni

Galleria fotografica

 


I Seminario “Rafforzamento della capacità amministrativa in materia di VInCA”
Roma 11 luglio 2018 - Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare

Ha introdotto i lavori della giornata il Direttore Generale della Direzione Protezione della Natura e del Mare Dr.ssa Maria Carmela Giarratano.

Il Seminario è stato indirizzato a funzionari regionali degli Uffici VInCA e agli Enti gestori delle Aree Protette Nazionali. Il Direttore ha sottolineato il vivo interesse del Ministero sul tema della Valutazione di Incidenza anche in relazione alle azioni dedicate alla risoluzione dell’EU PILOT 6730/2014/ENVI. Primario obiettivo del Ministero è la definizione di Linee Guida sulla Valutazione di Incidenza e l’evento odierno costituisce una delle prime tappe di una road map dell’attività della Linea di intervento LQS2.

Le linee guida potranno assicurare il superamento delle criticità emerse, ad oggi, a causa di un quadro attuativo molto frammentato ed eterogeneo.

I relatori del Seminario hanno affrontato i diversi aspetti sullo stato di attuazione della Rete Natura 2000 in Italia evidenziando la convergenza di tali attività con i contenuti della Valutazione di Incidenza. A partire dal contesto del Piano d'azione per la natura, i cittadini e l'economia dell’UE – COM (2017) 198 final che produrrà documenti e orientamenti per prossimi due anni, e gli obiettivi della Strategia Nazionale per la Biodiversità, sono state illustrate le attività sulla designazione delle ZSC, la predisposizione dei Prioritized Action Framework e dei rapporti nazionali 2013-2018 di monitoraggio delle Direttive Habitat e Uccelli; la definizione e approvazione di piani e regolamenti delle Aree Protette Nazionali integrati con le misure di conservazione dei Siti Natura 2000. Il tema “core business” della giornata, la VInCA, è stato affrontato presentando una panoramica degli aspetti ritenuti fondamentali: sentenze della CGUE, approfondimento della terminologia, degli obiettivi, degli strumenti, delle procedure, dei contenuti, l’integrazione nelle VIA e VAS. A fronte di tale scenario è stato illustrato il Progetto CReIAMO PA e la Linea di Intervento LQS2, come opportunità e strumento a disposizione delle realtà territoriali per raggiungere l’obiettivo di rafforzamento ed efficacia della capacità amministrativa in materia di VInCA. Nella sessione pomeridiana sono state esposte esperienze territoriali, riportate da Regioni ed Enti Gestori di Aree Protette Nazionali, hanno fornito le prime best practice e diversi spunti di riflessione per le future azioni di governance.   

Il seminario si è concluso con un aggiornamento al prossimo incontro nell’autunno 2018.

Presentazioni

Eugenio Duprè -Il contesto europeo e nazionale di riferimento e i dati del monitoraggio di habitat e specie di interesse comunitario

Laura Pettiti - Il processo di designazione delle Zone Speciali di Conservazione (ZSC): stato dell’arte, obiettivi e misure di conservazione, prospettive future

Diego Martino - I siti Natura 2000 nelle Aree Naturali Protette nazionali: l’integrazione degli strumenti di gestione

Lucio Eleuteri - La valutazione di Incidenza in Italia: stato dell’arte

Anna Maria Maggiore, DVA - L’integrazione della VIncA nella procedura di VIA

Nicoletta Tartaglini, Teresa Catelani, UTS Sogesid Spa PON GOVERNANCE CReIAMO PA -Rafforzamento capacità amministrativa in materia di VIncA

Col. Luciano Sammarone, Reparto Carabinieri Biodiversità Castel di Sangro - Competenze dell’Arma dei Carabinieri in materia di VIncA

Antonio Canu, WWF Oasi - Le esperienze del WWF nelle Riserve Naturali Statali

Anna Rampa, Elisabetta De Carli, Regione Lombardia - L’attività in corso del LIFE IP Gestire 2020 in Regione Lombardia

Domenico Longhi, Erica Galeotti, Regione Abruzzo - Il portale web regionale come strumento di trasparenza per la VIncA

Pietro La Porta, Stefano Donati, collaboratore AMP Isole Egadi - già Direttore dell’AMP Isole Egadi -Gestione dei SIC marini e procedure di VIncA nelle Aree Marine Protette della Sicilia

Ing. Egidio Calabrese, Dott. Geol. Luigi Bloise, Ente Parco Nazionale del Pollino - Progetto di messa in sicurezza del versante roccioso della Valle del Raganello nel Comune di Civita (CS)

Giulia Bonella, Tenuta Presidenziale di Castelporziano - L’identità della Tenuta di Castelporziano quale Ente gestore di Area Protetta