Tu sei qui

Programma di lavoro verso un nuovo PSCL

Programma di lavoro verso un nuovo PSCL

Secondo il Decreto ministeriale del 27 marzo 1998 (cd. Decreto Ronchi), il Piano degli spostamenti casa-lavoro (PSCL) “è finalizzato alla riduzione dell'uso del mezzo di trasporto privato individuale e ad una migliore organizzazione degli orari per limitare la congestione del traffico”.

Il Piano va aggiornato annualmente.

L’ultimo PSCL del Ministero è stato predisposto nel 2015 (vedi qui).

L’attuale situazione emergenziale legata alla pandemia ha fatto ritenere non realizzabile la predisposizione di un PSCL per l’anno 2020 in quanto le condizioni di contesto sono molto incerte.

In particolare, qualsiasi pianificazione di mobilità sostenibile del personale si scontra con due fattori in evoluzione: l’uso estensivo del lavoro agile che non permette di definire con certezza la platea degli utenti; le oggettive difficoltà del trasporto pubblico che lo rendono oggi poco appetibile sia per la riduzione della capienza sia per la diffidenza degli utenti per motivi di sicurezza.

La stabilizzazione del lavoro agile, per altro verso, potrà portare notevoli benefici dal punto di vista della sostenibilità, riducendo la domanda assoluta di mobilità.

Si è quindi valutato più opportuno lavorare per predisporre il Piano entro il 2021 augurandoci che nei prossimi mesi si riesca ad uscire dall’emergenza o che quanto meno alcuni fattori si stabilizzino.

È stato, quindi, predisposto il Programma di lavoro per il Mobility management al MATTM  che prevede una serie di attività propedeutiche alla redazione del Piano ma anche alcune iniziative che possono sin da subito dare delle risposte alle esigenze di mobilità sostenibile del personale che lavora al Ministero, soprattutto con riguardo all’utilizzo della mobilità “dolce”.