Ambiente: il 12 giugno a Campobasso buone pratiche per quattro Regioni

Seminario della linea d’intervento LQS del Progetto “Mettiamoci in RIGA” in Molise per proporre la replicazione dei progetti di successo contenuti nella “Piattaforma delle Conoscenze”: verranno proposte a Molise, Lazio, Abruzzo e Umbria.

Roma, 6 giugno - Prosegue il confronto del Ministero, questa volta con le Regioni del Centro Italia, sulle buone pratiche per l’Ambiente e il Clima. Mercoledì 12 giugno a Campobasso, nella sede della Presidenza della Giunta di Palazzo Vitale (via Genova 11 – ore 10-15.30) si svolge il Seminario pluriregionale “Buone Pratiche per le Regioni Molise, Abruzzo, Lazio e Umbria”, previsto nell’ambito della linea d’intervento LQS di “Mettiamoci in RIGA”, progetto ideato dal Ministero dell’Ambiente a valere sul “PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020” per migliorare la governance multilivello in campo ambientale.

Alle amministrazioni verranno illustrati, con focus specifici, i progetti di interesse delle Regioni che potrebbero diventare realtà anche nel loro territorio. Tutti si trovano nella “Piattaforma delle Conoscenze” (pdc.minambiente.it), aggregatore dinamico di oltre cento buone pratiche finanziate dai programmi europei (LIFE, Horizon 2020, Cip Eco Innovazione, Cip Europa Intelligente Energia, VII Programma Quadro di Ricerca ) su otto tematismi ambientali. Il confronto di Campobasso sarà orientato ai temi “Natura e biodiversità”, “Clima”, “Uso efficiente delle risorse” e ”Suolo”.

L’obiettivo è promuovere la disseminazione sul territorio di questi progetti di “good governance”, caratterizzati dal basso impatto economico e dall’alto grado di adattabilità ai diversi contesti: il Ministero avvierà, come previsto dalla linea d’intervento LQS di “Mettiamoci in RIGA”, un percorso di accompagnamento delle Regioni, caratterizzato da visite di studio e attività di approfondimento, con l’obiettivo di arrivare alla replicazione delle buone pratiche di interesse della Regioni. Il seminario in Molise è successivo a quello di Genova dell’8 maggio scorso, in cui Liguria, Val d’Aosta, Toscana, Piemonte e Sardegna hanno voluto approfondire ventitré buone pratiche di loro interesse contenute nella Piattaforma.

Programma

 


AMBIENTE: 8 MAGGIO A GENOVA PRIMO SEMINARIO “METTIAMOCI IN RIGA - LQS”, BUONE PRATICHE PER CINQUE REGIONI

Ministero mette a confronto Liguria, Piemonte, Sardegna, Toscana e Valle d’Aosta su progetti di interesse contenuti nella “Piattaforma delle Conoscenze”, obiettivo la replicazione sul territorio

Roma, 30 apr –  Cinque regioni a confronto sulle buone pratiche per l’Ambiente e il Clima, sviluppate nell’ambito di progetti europei presenti sulla “Piattaforma delle Conoscenze”, con l’obiettivo di replicarle nei rispettivi territori. Entra nel vivo giovedì 8 maggio a Genova (sala di Rappresentanza di via Fieschi 15, ore 10-16), con il primo seminario pluriregionale, la linea d’intervento LQS di “Mettiamoci in RIGA”, il progetto del Ministero dell’Ambiente: ai rappresentanti di Liguria, Piemonte, Sardegna, Toscana e Valle d’Aosta verranno illustrate le buone pratiche di maggiore interesse per le amministrazioni.

Attraverso tre sessioni tematiche, precedute da una presentazione delle attività e seguite da una plenaria conclusiva, le Regioni potranno conoscere nel dettaglio alcuni dei risultati raggiunti dalle buone pratiche sviluppate grazie ai finanziamenti dei programmi europei di riferimento per l’Ambiente (LIFE, Horizon 2020, Cip Eco Innovazione, Cip Europa Intelligente Energia, VII Programma Quadro di Ricerca) e valutare l’opportunità di replicarle nei loro territori. Acqua, natura e biodiversità, suolo, clima, ambiente urbano, rifiuti, uso efficiente delle risorse, energia: nel tempo su questi otto macro-temi si sono sviluppate esperienze di successo, raccolte  e veicolate attraverso la “Piattaforma delle Conoscenze” (www.pdc.minambiente.it),   che se replicate e messe a sistema  possono permettere di raggiungere importanti risultati  in campo ambientale anche in termini di investimenti pubblici.

Il progetto “Mettiamoci in RIGA”, a valere sul PON Governance e Capacità Istituzionale 2014-2020 (Asse III), ha l’obiettivo di incrementare la governance multilivello in campo ambientale, per evitare le frammentazioni esistenti e facilitare i processi decisionali. Al suo interno la linea d’intervento LQS nasce con l’intento di capitalizzare le esperienze e disseminare le buone pratiche per l’Ambiente e il Clima contenute nella “Piattaforma delle Conoscenze”, per una loro replicazione nei diversi contesti amministrativi e territoriali nazionali.  Il seminario di Genova è aperto alle sole amministrazioni pubbliche beneficiarie invitate.

-  Quando: 8 maggio 2019

-  Dove: Genova, sede Rappresentanza regionale, via Fieschi 15

-  Direzione competente: SVI

-  Tipologia evento: seminario pluriregionale

-  Evento rivolto a: amministrazioni regionali

-  Numero invitati: 80

Consulta il programma

 


Ambiente-Clima: il 31 gennaio evento di lancio della linea di intervento LQS del Progetto “Mettiamoci in RIGA” sulla Piattaforma delle Conoscenze

Il 31 gennaio a Roma, presso l’Auditorium del Ministero dell’Ambiente (inizio ore 10.30), si svolgerà l’evento di lancio della linea d’intervento LQS “Piattaforma delle Conoscenze – Capitalizzazione delle esperienze e disseminazione dei risultati per la replicabilità di buone pratiche per l’ambiente e il clima” del Progetto “Mettiamoci in RIGA - Rafforzamento Integrato della Governance Ambientale” a valere sul PON Governance e capacità istituzionale 2014-2020. L’iniziativa è rivolta a Regioni e Province Autonome, alle Autorità di Gestione dei Programmi Operativi e alle Autorità Ambientali ed è finalizzata a illustrare le azioni della linea di intervento che mira a diffondere strumenti e metodologie per migliorare la governance multilivello e favorire la valorizzazione e la replicazione sul territorio delle buone pratiche contenute nella “Piattaforma delle Conoscenze”.

L’obiettivo in questa fase è avviare un dialogo con le Regioni per promuovere azioni congiunte che possano garantire, compatibilmente con le esigenze di ciascun territorio, la realizzazione di queste pratiche di “good governance” che, se messe a sistema, permetterebbero di raggiungere risultati tangibili in campo ambientale e contribuire all’efficace utilizzo dei fondi europei.

L’evento di lancio del 31 gennaio è rivolto ai soggetti beneficiari delle iniziative pianificate fino al 2023.

Consulta il programma