Tu sei qui

WP1 Rafforzamento capacità amministrativa e tecnica autorità competenti gestione e uso sostenibile risorsa idrica

WP1 - Rafforzamento della capacità amministrativa e tecnica delle autorità competenti per la gestione e l’uso sostenibile della risorsa idrica

Al fine di garantire il buon governo della risorsa idrica ed il completo rispetto della Direttiva 2000/60, in un’ottica di gestione integrata in cui il Piano di Gestione delle acque costituisce il masterplan di riferimento per la messa a sistema delle pianificazioni settoriali, attraverso il WP1 si vogliono sviluppare percorsi formativi e attività di affiancamento on the job su tre macro-ambiti legati a: pianificazione distrettuale, gestione emergenziale degli eventi estremi legati ai cambiamenti climatici, valutazione dell’efficacia delle misure contenute nei Piani di Gestione.

In relazione alla valutazione dell’efficacia delle misure contenute nei piani di Gestione, si intende promuovere l’adozione di strumenti idonei a restituire un quadro conoscitivo dello stato della risorsa che si interfacci con il quadro degli interventi programmati, al fine di ottenere una pianificazione di settore in grado di raggiungere gli obiettivi quali-quantitativi individuati nei piani stessi.

 

Notizie


Tutela delle acque: a giugno attività e incontri a Roma, Trento e Cagliari

Proseguono le attività dedicate al fondamentale tema della Linea di azione L6 WP1: nel primo semestre 2019 organizzati 3 attività di affiancamento, sviluppati 16 moduli e allestiti 2 workshop con oltre 250 partecipanti

Otto appuntamenti previsti nel mese di giugno 2019 sul territorio nazionale per la Linea 6 Work Package 1 del progetto CReIAMO PA del Ministero dell’Ambiente, in collaborazione con Sogesid Spa.

È intenso il programma della linea di intervento dedicata a favorire il buon governo della risorsa idrica, che dopo lo svolgimento di tre moduli di affiancamento on the job nella sede di Roma dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Centrale, proseguirà nei prossimi giorni con nuovi incontri già calendarizzati a Trento e Cagliari.

A Roma, lo scorso 5 giugno, la UTS (unità tecnica di supporto) della L6 WP1 si è confrontata con una delegazione dell’Autorità di Bacino Distrettuale dell’Appennino Centrale, sviluppando contenuti e approfondimenti dedicati a tre incontri tematici nell’ambito della pianificazione distrettuale. Il primo si è concentrato sulla presentazione del Manuale Operativo e metodologico per l’implementazione dell’Analisi Economica; il secondo è stato dedicato ai sistemi informativi ed in particolare a presentare il sistema di interscambio e valutazione secondo i dettami della Direttiva Quadro sulle Acque. Infine, il terzo incontro è stato dedicato alla presentazione della metodologia Gap analysis.

Martedì 11 giugno i componenti della UTS saranno a Trento, nella sede dell’Autorità di Bacino del Distretto delle Alpi Orientali per approfondire le esperienze applicative, maturate all’interno di diverse progettualità europee, nell’implementazione delle misure naturali di ritenzione naturale delle acque (NRWM).

Mercoledì 19 e giovedì 20 giugno, infine, sono in calendario due giornate di affiancamento nella sede di Cagliari dell’Autorità di Bacino del Distretto Idrografico della Sardegna. Tra i temi delle giornate rientrano l’adozione di misure specifiche per la tutela dell'ambiente acquatico e per la riduzione delle infrastrutture grigie. Sempre sull’aggiornamento degli strumenti di pianificazione di bacino, gli esperti della Uts si concentreranno sul tema della crisi idrica, presentando le linee guida sugli indicatori di siccità e scarsità idrica e l’applicativo SIDIAS per l'indicazione della classe di severità.

Al termine di questi appuntamenti, complessivamente, nel primo semestre 2019, per la linea 6 Wp1 sono stati programmati e realizzati 3 attività di affiancamento sull’implementazione del cruscotto di gestione; 16 moduli nelle sedi dell’Autorità di Distretto del Bacino dell’Appennino Settentrionale, delle Alpi Orientali, del Bacino del Fiume Po, dell’Appennino Centrale, dell’Autorità di Bacino del Distretto Idrografico della Sicilia e, infine, della Sardegna.

Inoltre, il primo semestre 2019 si è caratterizzato per l’organizzazione di 2 workshop, uno nella sede di Parma dell’Autorità di Distretto del Bacino del Fiume Po ed uno a Venezia, nella sede dell’Autorità di Bacino del Distretto delle Alpi Orientali, con la partecipazione complessiva di oltre 250 stakeholder di riferimento a livello nazionale, regionale e locale, ai quali è stato illustrato il percorso di consultazione che porterà alla definizione del nuovo Piano Strategico di Gestione delle Acque per il triennio 2019-2021.