WP2 - Azioni per il raggiungimento del buono stato ambientale dell’ambiente marino, in applicazione dell’approccio ecosistemico e per contribuire allo sviluppo sostenibile

In ragione delle indicazioni globali dell’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile, che individua uno specifico obiettivo (SDG 14) dedicato alla conservazione degli oceani, dei mari e delle risorse marine, il WP2 riserva attenzione alla risorsa mare, la quale rappresenta un’enorme potenzialità di sviluppo, ma, al tempo stesso, un sistema ambientale fragile, soggetto a pressioni di diversa origine. Con il WP2 si intende definire e attuare gli strumenti previsti nel quadro della Strategia Marina, in particolare per quanto riguarda le attività di reporting, monitoraggio e gestione, garantendo sinergia tra le previsioni della Direttiva sulla Strategia Marina e le Direttive comunitarie Natura (Direttiva Habitat e Direttiva Uccelli), e la Direttiva Acque.

 

Eventi


Seminario “Programmi di monitoraggio della Strategia Marina: risultati, esperienze e prospettive” il 27 marzo a Roma, apre il Sottosegretario di Stato Micillo

Seminario di lancio della Linea di Intervento L2WP2 del Progetto CReIAMO PA, una platea di addetti ai lavori e rappresentanti delle principali istituzioni del settore a confronto su un percorso in divenire circa lo svolgimento e l’aggiornamento dei Programmi di Monitoraggio della Strategia Marina: cosa è stato fatto e quali gli sviluppi per il futuro?

Si terrà a Roma il 27 marzo p.v. presso l’Auditorium del Ministero dell’Ambiente e Tutela del Territorio e del Mare il Seminario sulla Strategia Marina dal titolo “Programmi di monitoraggio della Strategia Marina: risultati, esperienze e prospettive”, organizzato dalla Direzione Generale Protezione della Natura e del Mare del MATTM con la collaborazione di Sogesid S.p.A., nell’ambito del progetto “CReIAMO PA” - Linea di intervento L2WP2, finalizzata all’implementazione della Strategia Marina attraverso l’integrazione degli obiettivi di sostenibilità ambientale ed al raggiungimento del Buono Stato dell’Ambiente Marino.

Obiettivo della giornata sarà quello di illustrare sia le attività svolte nell’ambito dei Programmi di Monitoraggio della Strategia Marina previsti dal D.Lgs 190/2010, presentando anche il Sistema Informativo Centralizzato che rende disponibili, a tutti gli utilizzatori, i dati raccolti, sia i principi che guideranno l’aggiornamento dei Programmi di Monitoraggio in vista del secondo ciclo di attuazione della Strategia Marina.

La finalità sarà quella di creare uno spazio di confronto e condivisione fra istituzioni e addetti ai lavori, favorendo la conoscenza delle attività finora espletate ed in corso di realizzazione per ottimizzare il processo di definizione ed attuazione della Strategia Marina.

In particolare, il Forum avrà l’obiettivo di:

  • Portare i rappresentanti di Amministrazioni Centrali e Regionali, coinvolti nel processo di implementazione della Strategia Marina (Direttiva Quadro 2008/56/CE recepita in Italia con D.Lgs 190/2010), a conoscenza del Progetto CReIAMO PA, delle sue finalità e degli eventi futuri da esso previsti;
  • Incrementare e diffondere la conoscenza dei risultati ottenuti, a livello nazionale, dai Programmi di Monitoraggio del I ciclo (2015-2017) a tutti gli attori coinvolti nella loro messa a punto ed esecuzione;
  • Illustrare il Sistema Informativo Centralizzato (SIC) contenente i dati finora raccolti nell’ambito della Strategia Marina, che saranno disponibili per tutti gli utilizzatori. Il Sistema costituirà il punto di accesso unico all’intero patrimonio informativo per la raccolta, la gestione e la condivisione a livello comunitario dei dati del monitoraggio marino-costiero italiano;
  • Presentare la Road Map verso i nuovi Programmi di Monitoraggio, operativi dal 2020. L’aggiornamento prenderà in considerazione sia le nuove disposizioni contenute nella Decisione UE 2017/848 sia le esperienze acquisite durante il percorso di implementazione della Strategia Marina.

Si coinvolgerà una platea di addetti ai lavori e rappresentanti delle principali istituzioni del settore. Il Forum sarà composto da Amministrazioni Centrali, Regionali e Locali, ISPRA, ARPA, AMP, Enti di Ricerca, Associazioni di categoria.

L’apertura dei lavori sarà a cura del Sottosegretario di Stato, del Direttore Generale Protezione della Natura e del Mare del MATTM e del Direttore Generale dell’Istituto Superiore per la Protezione e la Ricerca Ambientale. Seguiranno i contributi tecnico-scientifici dei referenti MATTM, ISPRA, ARPA, CNR e AMP.

Si darà ampio spazio alle esperienze territoriali in modo da far emergere le problematiche incontrate ed incentivare il dibattito su proposte migliorative per l’ottimizzazione delle procedure metodologiche in via di adeguamento.

Le iniziative proseguiranno nel 2019 con la realizzazione di 3 workshop su tematiche operative, da realizzare a giugno, settembre e novembre a livello territoriale in riferimento alle tre Sottoregioni marine (Mediterraneo Occidentale, Mar Adriatico, Mar Ionio e Mediterraneo Centrale). La finalità sarà quella di generare una più approfondita trattazione delle problematiche affrontate sul tema, anche al fine di rafforzare la rete di relazioni inter-istituzionali, favorire il confronto tra gli attori territoriali, migliorare l’integrazione delle attività previste tra le varie Direttive europee (Strategia Marina, Habitat, Uccelli e Acque) con il coinvolgimento diretto di tutti i destinatari interessati.

La partecipazione è riservata ai soli destinatari/beneficiari del Progetto.

Programma

- Quando: 27 marzo 2019, h 9:00
- Dove: Roma, Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare – sala Auditorium - Via Capitan Bavastro, 174
- Direzione competente: Direzione Generale per la Protezione della Natura e del Mare
- Tipologia evento: Seminario
- Evento rivolto a: Amministrazioni Centrali, Regionali, Locali, ISPRA, ARPA, AMP, Enti di Ricerca, Associazioni di categoria
- Numero invitati: 80