Tu sei qui

WP2 - Promozione di Modelli di Gestione Ambientale ed Energetica nelle Pubbliche Amministrazioni

WP2 - Promozione di Modelli di Gestione Ambientale ed Energetica nelle Pubbliche Amministrazioni

Attraverso le attività del WP2 si focalizza l’attenzione su un aspetto specifico, della sostenibilità dello sviluppo, ossia i modelli di gestione ambientale (SDG 12 dell’Agenda 2030 sullo sviluppo sostenibile) che, utilizzati in maniera crescente dalle imprese, non riescono ancora a farsi strada nella Pubblica Amministrazione. Si prevedono azioni specifiche mirate a promuovere e valorizzare le attività di misurazione, gestione e miglioramento delle prestazioni ambientali delle Amministrazioni regionali e locali, in un’ottica di riduzione delle emissioni di gas climalteranti.

 

Notizie


Clima: CReIAMO PA a Bari per supporto agli enti pubblici del Sud su impronta di carbonio

Quinto modulo formativo della linea L3 WP2

Bari, 2 e 3 luglio – La Regione Puglia, presso la sua sede di Bari ha ospitato il quinto modulo formativo dal titolo “ PROMOZIONE DI MODELLI DI GESTIONE AMBIENTALE ED ENERGETICA NELLE PUBBLICHE AMMINISTRAZIONI”, organizzato dal Ministero dell’Ambiente, con il supporto della Sogesid SpA e in collaborazione con il Dipartimento Mobilità, Qualità urbana, Opere pubbliche, Ecologia e Paesaggio della Regione Puglia.

Gli esperti del progetto CReIAMO PA, Linea di Intervento 3 “Modelli e strumenti per la transizione verso un’economia circolare”, WP2 “Promozione di Modelli di Gestione Ambientale ed Energetica nelle Pubbliche Amministrazioni”, hanno realizzato il quinto e ultimo momento formativo dall’inizio del progetto CReIAMO PA e lavorato con gli enti pubblici dell’area Sud (Puglia, Campania, Basilicata, Molise e Calabria) per migliorare le conoscenze di Regioni e amministrazioni locali su politiche e strumenti per la misura e il monitoraggio delle proprie prestazioni ambientali, come l’inventario delle emissioni di gas a effetto serra (Inventario GHG). L’obiettivo del progetto è aumentare le loro capacità nella raccolta, elaborazione e restituzione dei dati ai fini della compilazione degli inventari GHG e per la pianificazione e realizzazione di interventi di riduzione delle emissioni climalteranti.

L’incontro, che ha visto la partecipazione di oltre 70 persone, è stato l’occasione per esporre ai partecipanti il percorso complessivo verso l’adozione della propria impronta carbonica che il Ministero dell’Ambiente propone alle P.A. che vorranno intraprenderlo:  dalla partecipazione alle giornate formative, ai laboratori tecnici di approfondimento, alla  firma dell’Accordo di Collaborazione, strumento che consentirà di ricevere il sostegno e l’accompagnamento on the job del Ministero dell’Ambiente, con l’obiettivo di avviare il calcolo della propria impronta climatica, nel contesto di un vero e proprio processo di sviluppo di una policy interna volta a ridurre le emissioni di gas climalteranti.

Attraverso le attività del progetto CReIAMO PA, il MATTM intende infatti supportare gli enti locali territoriali nella pianificazione d’interventi di riduzione delle emissioni di gas ad effetto serra e miglioramento delle prestazioni ambientali del proprio ente/organizzazione. Il progetto prevede attività di formazione, laboratori tecnici e affiancamenti on the job presso gli enti che faranno richiesta dell’assistenza tecnica, finalizzati a sviluppare e rafforzare le conoscenze degli operatori pubblici sulle metodologie per la rendicontazione delle proprie emissioni di GHG e in particolare per l’impronta di carbonio, attraverso la definizione di un modello metodologico per la raccolta, l’analisi, l’interpretazione e la reportistica dei dati relativi alle performance ambientali e alle emissioni di gas climalteranti.

Le presentazioni illustrate nel corso dell’incontro possono essere scaricate qui

Per approfondimenti è possibile scrivere a creiamopa.impronta@minambiente.it.

Galleria fotografica