Tu sei qui

Rifiuti: Carabinieri Forestali sequestrano stabilimento di recupero rifiuti metallici nel casertano

Caserta, 20 ottobre 2020 – Questa mattina i Carabinieri delle Stazioni Forestali di Marcianise, Calvi Risorta, Castel Vorlturno e Formicola, hanno dato esecuzione a un’ordinanza di sequestro preventivo per nei confronti di 6 persone coinvolte con la stabilimento di recupero di rifiuti non pericolosi di natura metallica di Racale in provincia di Caserta e di 5 furgoni conferitori di rifiuti di proprietà della stessa ditta con l’accusa di gestione illecita di un grande quantitativo di rifiuti non pericolosi.

Le indagini svolte dai Carabinieri del Nucleo Forestale con il supporto dei tecnici dell’Arpac si sono svolte attraverso sopralluoghi e servizi di osservazione dei movimenti dei furgoni della ditta. Durante queste osservazioni si è effettivamente riscontrato che lo stabilimento riceveva quotidianamente ingenti quantitativi di rifiuti senza che gli stessi avessero un riscontro documentale.

Il conferimento proveniva soprattutto dal mercato degli svuota cantine e sgombero locali, fenomeno che rappresenta una criticità per il territorio casertano, in quanto i materiali difficilmente rivendibili sono spesso abbandonati in luoghi isolati lungo le strade di campagna. Fenomeno che ha come conseguenza finale la combustone illecita dei rifiuti abbandonati per creare nuovi sazi per continuare lo smaltimento illecito dei rifiuti.

 

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per l’economia circolare (ECi)
Argomenti 
Rifiuti