Tu sei qui

Rifiuti, maxi sequestro dei Carabinieri del Noe di Ancona: sostanze chimiche, carrelli dismessi e Raee trovati in capannone industriale, 2 denunce

Roma, 28 marzo 2019 - Nell’ambito del contrasto al traffico illecito di rifiuti i militari del NOE di Ancona unitamente a personale dell’agenzia per l’ambiente della regione Marche, a conclusione di una mirata attività preventiva, hanno posto sotto sequestro una vasta area di circa 2000 mq con annesso capannone industriale di pertinenza di un’azienda operante nel settore della commercializzazione di apparati elettronici con sede nella provincia di Ancona.

Nel sito venivano stoccate illecitamente ingenti quantità di rifiuti speciali pericolosi e non costituiti da rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche (Raee),  batterie al piombo e alcaline, neon, fusti contenenti residui di sostanze chimiche altamente tossiche, condensatori, motori e cavi elettrici, pneumatci fuori uso e vernici infiammabili.

Tra i rifiuti accatastati alla rinfusa nell’area in questione ed all’interno del capannone anche carrelli dismessi provenienti da supermercati e notevoli quantitativi di carta a rischio di incendio. I gestori dell’azienda, sprovvisti dei previsti titoli autorizzativi e documentazione utile a tracciare la provenienza dei rifiuti rinvenuti, sono stati pertanto deferiti alla competente Autorità Giudiziaria per inquinamento ambientale ed attività di raccolta e gestione di rifiuti senza autorizzazione. Il valore dei sequestri ammonta ad 1,4 milioni di euro.

 

 

Aree 
Territorio
Direzioni e divisioni di competenza 
Direzione generale per i rifiuti e l'inquinamento (RIN)
Argomenti 
Rifiuti