Nel novembre 2015, il Ministero dell’Ambiente ha aderito all’Initiative for Climate Action Transparency - ICAT contribuendo finanziariamente al collegato Fondo Fiduciario di UNOPS con 5 milioni di euro.

Il progetto al quale, oltre l’Italia, aderiscono il Governo tedesco e due associazioni filantropiche (Children Investment Fund Fundation e Climate Works), ha l’obiettivo di sostenere i paesi in via di sviluppo nell’elaborazione di sistemi che rendano possibile monitorare, valutare e rendicontare l'attuazione delle politiche e delle azioni per la lotta ai cambiamenti climatici e in particolare gli impegni di mitigazione e di adattamento assunti dai paesi, inclusi i cosiddetti “Intended Nationally Determined Contributions” (INDC).

L’iniziativa sosterrà la messa a punto di indicatori condivisi per sostenere e comprendere l’impatto e l’efficacia delle politiche climatiche nazionali e un sistema di monitoraggio adeguato.

ICAT è una cosiddetta iniziativa “fast start” che anticipa e sostiene il lavoro di costruzione delle capacità dei paesi in via di sviluppo nelle more dell’entrata in vigore dell’Accordo di Parigi (adottato il 12 dicembre 2015) il quale ha come obbiettivo appunto, per tutti i paesi e non più solo per quelli industrializzati, di prendere impegni e agire concretamente per la lotta ai cambiamenti climatici e garantire la trasparenza nell’attuazione e nella rendicontazione.

 

Contatti
Loredana Dall’Ora
AT Sogesid
dallora.loredana@minambiente.it
l.dallora@sogesid.it
Tel. 06 5722 8272

Leonardo Gallico
AT Sogesid
gallico.leonardo@minambiente.it
l.gallico@sogesid.it
Tel. 06 5722 8125